Home Idee di viaggio Con le ciaspole nelle Marche: gli itinerari più belli

Con le ciaspole nelle Marche: gli itinerari più belli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:29
CONDIVIDI

Con le ciaspole nelle Marche: gli itinerari più belli per le escursioni.

ciaspole nelle marche
Passeggiata sulla neve con le ciaspole (iStock)

In un inverno anomalo, caratterizzato da temperature molto miti, primaverili, solo sulle Alpi la neve è stata garantita, grazie anche alle abbondanti nevicate di tardo autunno che hanno anticipato la stagione sciistica e degli sport invernali già prima di Natale.

Sugli Appennini centrali, dove la neve, a parte di Gran Sasso, arriva nel pieno della stagione invernale, si è sofferto un po’. Nonostante qualche imbiancata a dicembre, infatti, la neve si è fatta attendere. Ora, con l’ondata di aria gelida polare che nei giorni scorsi ha investito l’Italia, anche sugli Appennini dell’Italia centrale è arrivata finalmente neve, permettendo l’apertura degli impianti sciistici, sebbene quelli più in quota già aperti e funzionanti, grazie anche agli impianti di innevamento artificiale.

La neve sulle montagne è l’occasione non solo per sciare, ma anche per affascinanti escursioni tra le cime imbiancate. Le passeggiate con le ciaspole sono diventate un’attività sempre più popolare. Qui vi proponiamo gli itinerari più belli nelle Marche.

Leggi anche –> Sciare low cost: 5 mete facili per l’inverno in Italia

Escursioni con le ciaspole nelle Marche: dove andare

Se amate la neve e in particolare le escursioni lungo vallate o pendii imbiancati o in mezzo a boschi silenziosi, ovattati nella magia bianca dell’inverno, l’Appennino marchigiano offre paesaggi ricchi di fascino da ammirare con le ciaspole ai piedi. Le nevicate di inizio febbraio 2020 hanno imbiancato montagne e sentieri, offrendo nuove occasioni di escursioni imperdibili, da fare in compagnia.

Troverete tour operator, agenzie di viaggi e associazioni specializzate in escursioni che organizzano ciaspolate sulla neve delle montagne marchigiane, con proposte per il weekend o anche solo di domenica e pacchetti che includono il trasporto, il soggiorno o i pranzo in rifugio e le escursioni guidate.

Noi, qui, vi segnaliamo gli itinerari più belli da percorrere con le ciaspole nelle Marche.

Leggi anche –> Best in Travel 2020: le Marche meta top secondo Lonely Planet

Frontignano di Ussita (www.comune.ussita.mc.it)

Monti Sibillini. L’area del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, a cavallo tra Marche e Umbria, purtroppo ferita dai terremoti del 2016, offre uno dei paesaggi montani più affascinanti di tutto il Centro Italia. La particolarità delle sue montagne, l’incanto dei paesini e lo spettacolo dei suoi altipiani, a cominciare dalla Piana di Castelluccio, regalano scenari di una bellezza antica, autentica e ancora intatta, dove l’antropizzazione non è stata troppo invasiva. Qui potete ammirare la vera montagna, ancora selvaggia.

Sui Monti Sibillini trovate gli impianti sciistici di Bolognola, Frontignano di Ussita, Acquacanina e Sarnano. In queste zone si organizzano anche escursioni con le ciaspole. In particolare, si segnala la località di Piani di Ragnolo, a pochi passi dagli impianti sciistici di Sarnano, una delle mete più frequentate e adatte anche ai principianti. Un’altra escursione da fare è sul Pian perduto, vicino a Castelluccio di Norcia e sempre all’interno del Parco Nazionale dei Sibillini. In questa zona è possibile fare ciaspolate di diversa lunghezza e difficoltà.

L’Appennino Umbro-Marchigiano offre numerosi itinerari per famiglie con bambini e per tutti coloro che desiderano avvicinarsi alla neve in sicurezza.

Leggi anche –> Ciaspolata sui Monti della Laga tra Lazio, Marche e Abruzzo

Monte Nerone e Monte Catria. Spostandoci nella parte nord delle Marche, altre località ideali per le ciaspolate sulla neve sono i massici del Nerone e del Catria, in provincia di Pesaro. Sul Monte Nerore vengono organizzate anche ciaspolate in notturna, di sabato, con cena al rifugio. Mentre sul Catria, che offre panorami molto suggestivi, si può percorrere con le ciaspole la strada che dal rifugio La Cupa conduce fino a Secchiano di Cagli (PU). Durante l’inverno il Monte Catria è accessibile solo tramite cabinovia con partenza da Caprile di Frontone (PU). Una volta raggiunto il rifugio Cupa delle Cotaline, dove sarà possibile rifocillarsi e noleggiare le ciaspole, si potrà raggiungere la “sella” dell’Infilatoio, avvallamento che si trova tra i monti Catria e Acuto, e di qui raggiungere il rifugio della Vernosa (aperto solo per gruppi e su prenotazione).

Parco del Sasso Simone e del Simoncello. Sempre nel nord delle Marche, un’altra zona ideale per le escursioni con le ciaspole, indicata anche per le famiglie, è quella del Monte Carpegna, incluso nel Parco regionale del Sasso Simone, al confine con la Romagna e la Toscana. Qui si può partire dal parcheggio che si trova ai piedi del rifugio e del Santuario della Madonna del Faggio, nel comune di Villagrande di Montecopiolo (PU). In questa zona vengono organizzate anche ciaspolate all’alba. Altre escursioni si possono fare nella zona del Sasso Simone.

Informazioni sugli itinerari da percorrere con le ciaspole nelle Marche le trovate sul blog #destinazionemarche.

Altre informazioni utili sono sul sito ufficiale del Turismo della Regione Marche, alla sezione le Marche d’Inverno.