Home News Razzismo calcio | insulti alla partita dei bambini | “Siete m****”

Razzismo calcio | insulti alla partita dei bambini | “Siete m****”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:45
CONDIVIDI

Razzismo calcio: per l’ennesima volta arriva la notizia di un becero comportamento in occasione di una partita, per di più tra bambini.

razzismo calcio
Ancora razzismo nel calcio ed in una partita tra bambini FOTO viagginews

Ancora un grave episodio di razzismo nel calcio. Una piaga, questa, che affligge tutti i livelli del pallone in Italia, dai massimi livelli fino alle partite degli amatori. E purtroppo questa volta è in occasione di un match tra bambini che avviene per l’ennesima volta quella che è ormai diventata una triste consuetudine.

LEGGI ANCHE –> Insulti razzisti ad un bambino in una partita, le urla da una mamma FOTO

Il tutto ha avuto luogo domenica scorsa a Milano, nella periferia sud del capoluogo lombardo. Sul campo si affrontavano i piccoli giocatori di due scuole calcio. Bersaglio degli insulti è stato però non uno dei bimbi in campo, bensì un uomo di 40 anni e di origini cinesi. Lui lavora come ristoratore ed il suo figlioletto di 8 era invece impegnato sul rettangolo di gioco. A far scattare gli insulti sarebbe stato un preciso episodio. Per assistere all’evento bisognava pagare un biglietto di 4 euro. La persona di origine cinese non avrebbe proceduto in tal senso perché era sua intenzione lasciare il figlio lì per poi allontanarsi, a causa di alcune commissioni ed impegni da dovere svolgere.

LEGGI ANCHE –> Verona-Brescia, Balotelli protesta in campo contro i cori razzisti – FOTO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Razzismo calcio: “Vi cacciamo tutti via dall’Italia, cinesi di m****”

L’insistenza di suo figlio lo avrebbe però persuaso a restare, al punto da accomodarsi in tribuna intrattenendosi anche con altri genitori. Ma il presidente della squadra di calcio, al termine della gara, avrebbe raggiunto il 40enne cinese cominciando ad insultarlo per non avere pagato il biglietto. E con un linguaggio non consono, considerando che erano presenti molti bambini. Alla fine il bersaglio di questi insulti ha affermato che avrebbe pagato i 4 euro, a costo però di non far giocare più suo figlio lì. Un altro dirigente avrebbe preso la difesa del suo presidente, spintonando il 40enne ed urlando: “Anzi vi cacciamo proprio dall’Italia, cinesi di m****”. Il padre di famiglia di origini asiatiche ha allora sporto denuncia alla polizia di Lorenteggio. Gli agenti stanno lavorando per individuare possibili eventualità di reato.