Home News Poliziotta violenta detenute | regali in cambio del loro silenzio FOTO

Poliziotta violenta detenute | regali in cambio del loro silenzio FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:43
CONDIVIDI

Poliziotta violenta detenute approfittando della sua posizione di superiorità. Poi ogni volta corrompeva le sue vittime con dei regali ma tutto è venuto fuori.

Poliziotta violenta detenute
Poliziotta violenta detenute FOTO viagginews

Una poliziotta violenta detenute del carcere, esercitando al contempo anche quello che è un evidente abuso di potere.

LEGGI ANCHE –> Sissy Trovato Mazza: insulti choc sui social alla poliziotta morta

Questo, sommato alle sevizie rifilate per diverso tempo alle ospiti di un carcere femminile in Oklahoma, ha portato la 26enne Amanda Oatis ad essere accusata di diversi capi di imputazione. La Oatis svolgeva il lavoro di agente di custodia e di guardia penitenziaria. Ad un certo punto si è trovata nelle condizioni ideali per poter soddisfare le sue malsane voglie. Il tutto approfittando sia della sua posizione di maggior potere che della condizione di bisogno di alcune delle sue vittime. Alla 26enne infedele operatrice di giustizia è risultato facile comprare il silenzio delle detenute, facendo loro delle concessioni od anche dei veri e propri regali.

LEGGI ANCHE –> Fidanzata tradita | tappezza treno con nome e immagine del suo ex | FOTO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Poliziotta violenta detenute, alcune delle vittime hanno parlato

Alla fine però alcune hanno confessato, parlando di quello che accadeva. E le denunce sono diventate talmente numerose da rendere impossibile il non svolgere alcune verifiche. La colpevolezza di Amanda Oatis è venuta fuori ed emerge anche un preciso modus operandi della poliziotta che violenta le detenute. Il tutto si svolgeva nei locali della lavanderia della prigione, decisamente appartati. Qui la Oatis era solita palpare le sue vittime di turno. Oppure tentava di baciarle e faceva loro apprezzamenti molto volgari. In certi casi era riuscita anche a strappare dei rapporti completi. Poi ogni volta passava alle prigioniere alcolici o telefonini, per ridurle al silenzio. Questo l’ha portata ad essere accusata quindi non solo di abusi e violenza carnale ed abuso di potere ma anche di possesso e di contrabbando di merce vietata in un istituto penale.

LEGGI ANCHE –> Poliziotto arresta moglie dopo orgia: tradimento mentre era al lavoro – FOTO