Home Meteo Meteo Befana gelida, poi arriva la neve

Meteo Befana gelida, poi arriva la neve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:01
CONDIVIDI

Le previsioni meteo per i prossimi giorni di gennaio 2020. Ecco quando inizia l’inverno

Il meteo per gennaio 2020

Il 2020 è iniziato meglio di come è finito il 2019. Le temperature infatti dopo i giorni di gelo di dicembre hanno incominciato a risalire. Già dalla notte di San Silvestro abbiamo rosicchiato qualche grado e Capodanno è stato un giorno di sole molto mite. E così saranno anche i prossimi giorni di gennaio 2020 fino però alla Befana dove nella calza troveremo freddo e gelo. Non ci sarà però la neve in pianura precedentemente prevista: per quanto freddo non avremo condizioni da neve in città. Ma l’inverno sta per entrare nel vivo: la neve in città è solo rimandata.

Quando arriva il gelo e la neve a gennaio 2020

Le previsioni meteo per il mese di gennaio 2020 indicano che l’inverno farà la sua comparsa dalla metà in poi. Ciò significa che il Vortice Polare arriverà sul nostro Paese e le conseguenze oltre ad un abbassamento repentino e considerevole delle temperature è la neve a bassa quota e in pianura. Prima di allora avremo un cielo soleggiato e un termometro piuttosto generoso, sebbene arriverà un’ondata gelida dall’Europa dell’est che farà crollare i termometri, salvo poi andar via e farci tornare nel tepore.

Meteo Befana 2020: arriva il gelo

Per i prossimi giorni avremo condizioni stabili con temperature soprattutto nei valori massimi più alte della media del periodo, poi per la Befana aria gelida arriverà dall’Europa Orientale ed investirà soprattutto le regioni centrali adriatiche e meridionali – cali di 5/6 gradi – ma in ogni caso tutta l’Italia riceverà uno schiaffo freddo con temperature che si abbasseranno in media di 3 gradi. Attese nevicate sugli Appennini e sui rilievi anche a bassa quota, ma difficile che la neve arrivi in città. Gelo negli Appennini per la Befana: a L’Aquila si registreranno – 7 gradi di minima.

Questa ondata gelida durerà un paio di giorni poi avremo un ritorno a condizioni termiche più miti: saliranno sia i valori minimi di 2/3 gradi, ma soprattutto quelli massimi di 4/5 gradi, merito anche dell’irraggiamento solare. A Roma si passerà da – 1 del 6 gennaio a minime di 4 e le massime da 9 gradi saliranno a 14 gradi, a Milano si passerà da – 2 di minima a 2 e da 6 a 11 gradi. Anche nella gelida L‘Aquila il ritorno dell’Alta Pressione farà risalire le temperature: la minima sarà di -2 e massima di 9 gradi.

Quando arriva la neve in città a gennaio 2020

Queste condizioni stabili saranno spezzate dopo il 10 gennaio quando il Vortice Polare si sposterà innescando la discesa sull’Italia di aria freddissima proveniente dal Polo Nord. In questo contesto ci potranno essere nevicate anche a bassa quota e in pianura. Milano e Torino saranno imbiancate così come Bologna. Probabile anche la neve a Firenze ed è possibile anche la neve a Roma. Saranno infatti le regioni del Centro Nord quelle più interessate dall’ondata dal Polo Nord, sebbene tutta l’Italia sarà in un freezer.

Dalla metà del mese di gennaio in poi entreremo nel vivo dell’inverno e saremo al ricasco dei comportamenti del Vortice Polare. Anzi febbraio 2020 rischia di essere un mese davvero gelido e con abbondanti precipitazioni nevose.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIsabella Noventa, un’altra tragedia in famiglia: morta la madre
Articolo successivoJulie Andrews, chi è: età, vita privata e carriera dell’attrice
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.