Bambina ferita da zuppa bollente | asilo cerca di nascondere tutto VIDEO

Una bambina ferita all’asilo in maniera orrenda a seguito di un incidente ha trascorso molti mesi in ospedale con orrende ustioni. Le responsabili avevano cercato di nascondere tutto.

bambina ferita asilo
Bambina ferita asilo FOTO viagginews

Una bambina ferita è stata portata d’urgenza in ospedale con ferite orribili dopo che una cuoco dell’asilo le ha fatto finire addosso una pentola di minestra bollente. Karina Iskalieva, di 6 anni, ha subito gravi ustioni di terzo grado sul 30% del suo corpo a seguito dell’incidente avvenuto nella città di Aktau, nella parte orientale del Kazakistan. Il momento del controverso episodio è stato registrato da una telecamera di sorveglianza del circuito chiuso di sicurezza montato in asilo. In poco tempo è finito online divenendo virale. La clip mostra Karina che corre fuori dalla mensa e si scontra con una cuoca che trasporta una pentola con la zuppa bollente. La collisione fa ribaltare la pentola e la zuppa incandescente si rovescia sulla bimba. Un’altra ripresa video mostra la cuoca che afferra la bambina e la trascina via dalla porta, secondo quanto riferito, nel tentativo di nascondere l’incidente alla telecamera.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bambina ferita, l’asilo cerca di insabbiare l’incidente

Altri bambini poi si radunano pochi secondi dopo accanto alla porta, attirati dalle urla strazianti della bambina ferita. In tutto ciò la loro insegnante, una donna in abito nero, sembra non prestare attenzione alla cosa. La madre di Karina, Sania Iskalieva, ha dichiarato ai media locali che il personale dell’asilo non ha chiamato alcuna ambulanza perché voleva coprire l’incidente. Hanno tolto i vestiti di dosso alla bimba, tirandole via però anche la pelle bruciata che si era fusa ai tessuti. “Quando io e mio marito siamo venuti dopo una telefonata, abbiamo visto nostra figlia nuda, mentre rabbrividiva per il freddo e piangeva per il dolore”. I genitori hanno avvolto Karina in una coperta e l’hanno portata in ospedale, secondo quanto riferito. La povera Karina ha ustioni molto gravi su viso, collo, spalle e gambe.

Licenziate tutte le responsabili, la famiglia chiede loro i danni

Le autorità educative locali hanno aperto un’indagine, provvedendo a licenziare con effetto immediato tutti coloro che erano in servizio durante l’incidente. Le dipendenti avevano provato indebitamente a tenere tutto celato, senza chiamare con tempestività i soccorsi medici. La portavoce delle autorità educative Akmaral Baishakhanova ha dichiarato: “L’insegnante, la cuoca e l’infermiera sono state licenziate per violazione delle norme di sicurezza e mancato rispetto delle loro funzioni professionali”. Il fatto avvenne a marzo del 2019. Dopo nove mesi da questo incidente, i genitori di Karina hanno fatto causa alle autorità educative locali ed a tutte le persone coinvolte. La famiglia in particolare ha chiesto danni per circa 11.500 euro. “Nostra figlia ha trascorso diversi mesi in ospedale. In estate ha dovuto tenere delle calze per nascondere le sue orrende cicatrici agli occhi degli altri bambini. Incolpiamo apertamente il personale dell’asilo per quello che è successo. Vogliamo che i responsabili vengano puniti”.

Impostazioni privacy