Home News Cocaina | 71enne nascondeva un chilo di droga nel vano airbag

Cocaina | 71enne nascondeva un chilo di droga nel vano airbag

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:01
CONDIVIDI
cocaina auto
Cocaina nascosta in auto FOTO viagginews

Un uomo di 71 anni con alle spalle svariati precedenti per droga nascondeva un consistente quantitativo di cocaina in un’auto con un metodo ingegnoso.

La Polizia di Stato ha scoperto un ingente quantitativo di cocaina nascosta in un’auto, una Ford Focus. Responsabile del tutto un uomo di 71 anni di nazionalità italiana, che è finito in manette. Il fatto risale allo scorso 6 dicembre ed è avvenuto a Buccinasco, in provincia di Milano. L’anziano teneva nella vettura intestata ad un’altra persona – residente a circa 30 km di distanza – oltre un chilo di droga. La sostanza stupefacente era celata dentro al vano airbag della vettura, che destava sospetti perché rimasta per diversi giorni parcheggiata senza che nessuno la mettesse in moto. Una volta preso nota della situazione, alcuni agenti in abiti borghese si sono appostati in attesa di sviluppi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cocaina, l’uomo che la nascondeva aveva diversi precedenti

Tempo due ore ed una Fiat Multipla condotta dal 71enne si è avvicinata al veicolo sospetto, controllando che nessuno lo stesse osservando una volta sceso. Dopo essere salito a bordo della macchina parcheggiata, ecco scattare i poliziotti. Il 71enne è di origini siciliane e ha sulla fedina penale numerosi precedenti per droga. Con sé aveva due involucri contenenti cocaina, entrambi dal peso di 120 grammi e dal valore di 930 euro. Era poi dotato di un telecomando con il quale azionare il vano airbag dove nascondere la droga. All’interno c’erano altri 12 involucri simili a quelli sequestrati all’uomo, per quasi un chilo di peso. Una perquisizione nella sua abitazione ha portato al ritrovamento di altri 1100 euro in contanti oltre che a svariati nominativi riportati a mano di clienti e fornitori, con tutta probabilità. Ora si indaga anche su questa lista, ritrovata in camera da letto dell’uomo.