Home Destinazioni e Guide turistiche Vienna itinerario a piedi: cosa vedere in 1 giorno nel centro Storico

Vienna itinerario a piedi: cosa vedere in 1 giorno nel centro Storico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:02
CONDIVIDI

Guida, tour, itinerario di Vienna a piedi: percorso di 1 giorno del Centro Storico di Vienna, cosa vedere, mappa dettagliata

itinerario vienna a piedi
Tour del centro storico di Vienna

Storia, arte, architettura, parchi e quel fascino unico di eleganza e regalità che si respira lungo le strade, nei caffè e nei palazzi. Il Centro Storico di Vienna è una meraviglia da scoprire con una bellissima passeggiata. Un tour a piedi di un giorno tra i luoghi simbolo della città: dalla Cattedrale di Santo Stefano al Palazzo della Secessione, passando per l’Hofburg, per le pasticcerie dove mangiare la migliore Sacher e dove andava anche la principessa Sissi e poi i romantici parchi, i mercatini e i teatri.

Un itinerario di Vienna che si snoda nell’Inner Stadt e arriva fino al Ringerstrasse, travalicandolo per vedere il Museumsquartier e il Palazzo della Secessione.

Il percorso vi permetterà di vedere in 1 giorno alcuni dei monumenti più importanti. La distanza coperta è di circa 6 km, ma con numerose pause fra parchi e caffè.

Vienna è una città bella e funzionale, in cui il passato asburgico, l’eleganza del valzer e della musica classica si sposa con l’innovazione, le novità e le arti. Vienna è vivace culturalmente, sempre attenta ad ogni nuova tendenza, ed è una città in cui si vive davvero bene. Una città in cui ci si muove bene con i mezzi pubblici, che sono capillari ed efficienti, ma che si può anche agevolmente girare a piedi nel suo Centro Storico.

Leggi anche-> Quando andare a Vienna: il periodo migliore per visitarla

Itinerario a piedi del Centro Storico di Vienna: mappa e cosa vedere

mappa vienna

Visitare Vienna da soli è possibile con le indicazioni del tour di 1 giorno che vi permetterà di vedere i monumenti e i luoghi simbolo più importanti del Centro Storico di Vienna. Dopo l’itinerario a piedi nel Centro Storico, nei giorni successivi del vostro soggiorno a Vienna potrete dedicarvi ad ammirare altri capolavori della città come il Museo del Belvedere che oltre ad ospitare le opere di Klimt è una spettacolare opera d’arte con un meraviglioso giardino, oppure andare per musei dall’Albertina al Leopold o andare a Schonbrunn.

Tour a piedi del centro storico di Vienna
Durata: 1 giorno (circa 8 ore)
Distanza: circa 6 km
Partenza:
Stephansdom (Metro U1 e U3 stazione Stephanplatz)
Arrivo: Naschmarkt (Metro U4 stazione Kettenbruckengasse)<<

SCARICA QUI GRATIS IL PDF DELL’ TOUR A PIEDI DEL CENTRO STORICO DI VIENNA

itinerario a piedi vienna

  • Stephansdom – A
  • Graben – B
  • Peterskirche – C
  • Neidhart Frescoes – D
  • Hoher Markt – E
  • Anker Clock – F
  • Maria am Gestade – G
  • Judenplatz – H
  • Am Hof – I
  • Freyung – J
  • Universitat Wien – K
  • Rathaus – L
  • Burgtheater – M
  • Volksgarten – N
  • Heldenplatz – O
  • Hofburg – P
  • Kholmarkt – Q
  • Demel – Q1
  • Michaelerplatz- T
  • Augustianerkirche – U
  • Albertina – W
  • Staatsoper – X
  • Wien Kiosk – X1
  • Cafè Sacher- X2
  • Casa delle Farfalle- Y
  • Museumsquartier – Z1
  • Karlplatz – Z1
  • Wiener Secession- Z
  • Nashmarkt – Z2

Itinerario del Centro Storico di Vienna: da Stephansdom a Freyung 

Prima parte del tour. Durata 1 ora e mezza.

vienna stephansdom itinerario
Stephansdom, inizia l’itinerario a piedi

Il tour a piedi per il Centro Storico di Vienna non può che iniziare dal cuore pulsante della città, la Cattedrale di Santo Stefano, Stephansdom. Qui potete arrivare comodamente con la metro e far iniziare il vostro tour a piedi di Vienna.
Appena uscirete dalla stazione della metropolitana avrete davanti a voi la meraviglia di questa Cattedrale che con le sue alte guglie si staglia nello skyline di Vienna. Questa cattedrale risale al XII secolo ed è uno dei più mirabili esempi di gotico. Spettacolare il tetto e magnifici gli interni.

L’itinerario a piedi inizia una volta usciti dalla Cattedrale, con spalle alla chiesa: andate a destra e prendete Graben una strada pedonale meta dello shopping. Qui poco più avanti incontrerete uno dei più bei esempi di barocco di Vienna Peterskirche.

Proprio in questa zona si trova il celebre Figmuller, un’istituzione per quel che riguarda la cucina austriaca e dove potrete mangiare una delle migliori Wiener Schintzel di Vienna. Tenete a mente questo indirizzo per la cena.

Proseguite poi su Tuchlauben, un elegante via di negozi e potete fermarvi al numero 19 al Neidhart Festsaal per ammirare degli spettacolari affreschi risalenti al 1407 e scoperti per caso nel 1979. Più avanti trovate Hoer Markt, la piazza più antica di Vienna che sorge lì dove si trova l’antico foro romano di Vindobona di cui oggi rimangono alcune rovine. Al centro della piazza la Vermahlungsbrunner, la fontana del Matrimonio risalente al XVIII secolo e che celebra le nozze fra Giuseppe e Maria. Per poter completare il tour a piedi di Vienna in 1 giornata dovrete iniziare di buon’ora, ma tenete a mente che alle 12 di ogni giorno  l’orologio musicale Ankerhur suona ed è da ammirare.

Prendete Salavatorgrasse e sulla destra potrete ammirare una delle chiese gotiche più antiche di Vienna S.Maria Am Gestade. Questa è stata costruita su un’antica cappella romanica ed era punto di riferimento per i battellieri del Danubio. E’ detta anche Maria Stiegen, ossia delle scale, per via della ripida scalinata.

judenplatz vienna tour a piedi
Judenplatz, tappa dell’itinerario a piedi

Scendete ora verso Sud e fermatevi a Judenplatz nel ghetto ebraico. Qui prendetevi una pausa per riflettere sull’umanità ammirando il Memoriale dell’Olocausto. Potete poi visitare il Museum Judenplatz dove nei sotteranei potete vedere le fondamenta della Sinagoga medioevale che andò distrutta nel Gesera Viennese, ossia l’eccidio del 1420.

Passate lungo una stretto vicolo per raggiungere la piazza di Am Hof. Nella chiesa di Am Hof Papa Benedetto XVI si è affacciato dal balcone nel 2007 per un’omelia.

Proseguite poi per Freyung, piazza nota tra l’altro per lo svolgersi del mercatino natalizio e di quello pasquale. Qui noterete le imponenti mura dello Schottenstift, monastero benedettino, e dei Palazzo Ferstel. Si trovano in questa piazza traingolare anche numerose gallerie d’arte.

Itinerario del Centro storico di Vienna: dal Rathaus all’Albertina

Seconda parte del tour. Durata tre ore e mezza /quattro con visita del museo e pause.

Il Rathaus e le bancarelle natalizie (iStock)

Muovendoci verso ovest ci spostiamo nel nostro itinerario a piedi sul Ringerstrasse dove incontriamo il magnifico palazzo dell’Università di Vienna e subito dopo il Municipio della Città, il Rathaus in stile gotico. Sullo spazio antistante viene allestito uno dei mercatini di Natale più grandi e famosi della città. Di fronte al Rathaus il Burgtheater, il teatro Nazionale austriaco inaugurato nel 1748 è uno dei più importanti teatri tedeschi al mondo. Da ammirare sia l’esterno con la sua preziosa architettura neobarocca che gli sfarzosi interni.

Continuate il vostro giro al Volksgarten, uno splendido giardino che ospita oltre 200 varietà di rose. Qui potete riposarvi un po’immersi nella natura. Proseguiamo la camminata e arriviamo in Heldenplatz la piazza esterna dell’Hofburg. Questa piazza ha vissuto momenti fondanti e drammatici della Storia come il discorso di Hitler dopo l’annessione dell’Austria. Intorno la facciata dell’Hofburg, la residenza degli Asburgo, ora residenza del Presidente della Repubblica. Nei giorni successivi del vostro soggiorno a Vienna può essere interessante venire a visitare il Palazzo, ammirare gli appartamenti Imperiali e il Museo dedicato alla Principessa Sissi.

Proseguendo arrivate a Michaelerplatz su questa bella piazza dai sontuosi palazzi un tempo vi si affacciavano le famiglie nobili che vivevano vicino alla corte reale. Ora questi palazzi sono occupati da ambasciate e ministeri. Nel centro della piazza vi si trovano delle rovine romane e su un lato si trova l’antica Michaelerkirche realizzato nel XIII secolo, sebbene la facciata neoclassica risalente al XVIII secolo. Entrate per dare un’occhiata al più grande organo barocco di Vienna.

Michaelerplatz, Vienna (iStock)

Se avete voglia di acquisti o di una pausa prendete Kohlmarkt, la strada commerciale più lussuosa di Vienna. Qui si trovano le boutique e i marchi più prestigiosi e la pasticceria Demel dove potete mangiare un’ottima Sacher e altri squisiti dolci. La Principessa Sissi era solita frequentare quest’antica pasticceria.

Dopo una dolce pausa riprendete l’itinerario a piedi e prendete Augustianstrasse, ammirate l’Augustinerkirche e proseguite dritto verso l’Albertina, uno dei musei più belli e importanti di Vienna. Se avete camminato piuttosto svelti avrete tempo in questa giornata per dare un’occhiata alle opere d’arte, da Monet a Picasso, racchiuse in questo splendido palazzo, uno dei più belli d’Europa. Dopo la visita del museo affacciatevi dalla terrazza per una vista privilegiata – potete accedere alla parte sopraelevata anche se non entrate al museo – della Staatsoper, il più celebre teatro di Vienna.

Itinerario del Centro Storico di Vienna: dal Café Sacher alla Wiener Secession

Terza tappa del tour. Durata due ore e mezza/tre con pause.

palazzo secessione vienna
Palazzo della Secessione, ultima tappa del tour a piedi

L’ultima parte dell’itinerario a piedi prevede una pausa di cibo tipico viennese prima di rimettersi in marcia. Infatti se l’arte vi ha messo appetito proprio sotto l’Albertina e di fronte lo Staatsoper trovate uno dei chioschi di wurstel più buoni di tutta Vienna. Fate quindi una pausa qui e prima di rimettervi in cammino c’è un’altra pausa dolce da fare al Café Sacher. Proprio davanti si trova infatti l’Hotel Sacher con accanto l’entrata del Café dove potrete assaggiare l’autentica torta Sacher.

Dopo esservi rifocillati è tempo di relax e non c’è posto migliore al mondo che farlo alla Serra delle Farfalle, Schmetterlinghaus. Questa serra in stile Liberty si trova all’interno del Burggarten e sovrasta il giardino dell’Hofburg. Qui è stato riprodotto l’ambiente di una foresta dove la temperatura è di 26 gradi e l’umidità dell’80% e dove vivono centinaia di farfalle in libertà. La chiusura è alle 16.45 nel weekend, 15.45 nei giorni feriali.

Da qui procedete verso Babenbergerstrasse e arrivate al Museums quartier. Siete così fuori dal Centro Storico al di là della Ringerstrasse. Un tempo queste erano le scuderie dell’Imperatore ora sono invece l’area culturale più grande del mondo. Da vedere il Museo Leopold con le opere di Schiele, poi se avete tempo anche il museo di Arte Moderna e la Kunsthalle. Poi l Centro di Architettura di Vienna e il Designforum. Qui anche i bar e i caffè sono delle opere d’arte: come il bar Corbaci al Centro di Architettura e la Kantine.

Se avete ancora energia allungate l’itinerario a piedi: andate a sinistra su Mariahilferstrasse per un po’ di shopping low cost, oppure potete proseguire per il tour culturale. Invece se siete stanchi potete prendere per una fermata la metro U2 dalla stazione MuseumsQuartier e arrivare a Karlplatz da qui, prima di incamminarvi nuovamente, date un’occhiata alla bella chiesa di Karlskirche, con la sua grande cupola.

Chi ha ancora voglia di camminare può proseguire l’itinerario a piedi e prendere Getreidemrkt che vi porterà alle spalle di uno dei palazzi più belli di Vienna, il palazzo della Wiener Secession. Questo movimento nacque dall’associazione di 19 artisti tra cui Gustav Klimt e Egon Schiele e questo palazzo costruito nel 1898 fu lo spazio espositivo ufficiale. Elemento distintivo è la grande cupola composta da migliaia di foglie di lauro in lamina d’oro in forte contrasto con il bianco delle pareti.

Davanti al Palazzo della Secessione poco più avanti lungo la strada si trova il Nashmarkt il più grande mercato di Vienna. Qui potete mangiare, rilassarvi, comprare fiori e fare acquisti. Qui si trova la fermata di Kettenbruckengasse della linea U4 e finisce qui il nostro tour a piedi per il Centro Storico di Vienna.

SCARICA GRATIS LA GUIDA IN PDF CON LE MAPPE DEI MEZZI PUBBLICI DI VIENNA

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteItalia Georgia femminile streaming: dove vederla in diretta
Articolo successivoBalotelli razzismo, Raffaella Fico: “Anche nostra figlia insultata, all’asilo”
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.