Home Dove, come e quando Vienna quando andare: com’è il clima per ogni stagione

Vienna quando andare: com’è il clima per ogni stagione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:22
CONDIVIDI

clima di vienna

Quando andare a Vienna: com’è il clima in ogni mese e stagione, le temperature, le piogge, come vestirsi. Il periodo migliore per andare 

Regale e raffinata, dotata di enorme fascino in qualsiasi periodo dell’anno, con qualsiasi clima Vienna è una città che vi conquisterà subito. I sontuosi palazzi degli Asburgo, i suoi ricchissimi musei, le sue chiese, i suoi locali sul Danubio sono così belli che è impossibile resistere. E poi Vienna è una città vivissima, culturalmente attiva, zeppa di eventi e in cui funziona tutto e in cui ci sono numerose cose da fare e da vedere. Dimenticatevi infatti traffico, clacson e cartacce per terra. A Vienna il rispetto civile è la norma: nella metropolitana, ad esempio, non ci sono i tornelli, ma non c’è dubbio che tutti paghino regolarmente il biglietto. In una città così viene voglia di trasferircisi e viverci tutto l’anno, ma se vi state chiedendo quando andare e quale sia il periodo migliore secondo il clima, ecco i nostri consigli.

Il clima di Vienna

Vienna si trova in una condizione diversa – e per molti versi migliore – rispetto alle altre città austriache: è l’unica infatti che ha un’altitudine inferiore ai 200 metri, l’unica in pianura. Questo comporta, come è facile immaginare, molti vantaggi e qualche svantaggio. In ogni caso il clima di Vienna è di tipo continentale, il che significa inverni freddi ed estati calde, perfino afose. Vienna è la città meno piovosa dell’Austria e considerando che la stagione con maggiori precipitazioni è l’estate è un bel vantaggio. Che scegliate di andare a Vienna in estate o in inverno sappiate che difficilmente troverete un clima così ostico da non poter girare la città. Quel che è certo è che vedrete due città diverse: una più scura d’inverno, una più soleggiata d’estate.

Vienna in inverno

L’inverno a Vienna è molto rigido con temperature che scendono molto spesso sotto lo zero. Eppure la zona di pianura dove si trova Vienna è la zona meno fredda di tutta l’Austria, ciò per via dell’altitudine e della posizione privilegiata. La neve è non è frequentissima come nel resto del Paese, ma capita piuttosto spesso. Il mese più freddo dell’anno è gennaio quando mediamente le temperature scendono a -2 e la massima non supera i 3 gradi. E’ anche il mese meno piovoso di tutti. Nei mesi invernali il sole si vede per poche ore al giorno: appena due a dicembre e gennaio. Se capita l’anticiclone il cielo diventa grigio e l’aria fredda rimane al suolo.
Il periodo migliore in inverno per andare a Vienna è sicuramente a dicembre quando i mercatini di Natale creano una magica atmosfera.
Cosa mettere in valigia: maglie invernali, maglie termiche, cappelli, sciarpe e guanti. Scarpe resistenti all’acqua in caso di neve.

Vienna in primavera

La prima parte della primavera può essere ancora piuttosto fresca a Vienna. Ad aprile infatti le minime possono tenersi ancora molto basse e non andare oltre i 6 gradi. A Maggio le massime superano anche i 20 gradi, ma le minime notturne sono intorno agli 11 gradi. In questo periodo comunque i parchi iniziano ad essere frequentati e i splendidi giardini diventano uno spettacolo meraviglioso. Potrete vedere i giardini della Reggia di Schonbrunn e del Belvedere in fiore, potrete visitare il Parco Nazionale del Danubio e andare ai giardini del Burggarten. E diventano davvero tante le cose da fare in primavera a Vienna.
Cosa mettere in valigia in primavera: se andate a Vienna ad aprile esagerate con le maglie pesanti e siate avari con quelle leggere, sarà infatti difficile che le possiate indossare. A Maggio potete invece iniziare a portare più abiti leggeri e meno pesanti. Un maglioncino, jeans e una giacca sono però obbligatori visto che la sera le temperature scendono un bel po’. Non dimenticatevi l’ombrello visto che le piogge specie a giugno iniziano a farsi più frequenti.

Vienna in estate

Da giugno le ore di luce diventano 8 al giorno e finalmente si gode del sole. Le piogge si fanno più frequenti (luglio è il mese più piovoso dell’anno), ma molto meno che in tutto il resto dell’Austria. Si tratta di temporali estivi che rinfrescano l’aria che può diventare anche molto afosa. Le temperature massime sono generalmente intorno ai 26 gradi con minime sotto ai 20, ma sono frequenti giornate più afose con massime oltre i 30 gradi e la notte temperature anche superiori ai 20 gradi. Capitano anche giornate bollenti per via dell’anticiclone africano dove il termometro sale fino a 38 gradi, ma fortunatamente queste fasi durano pochi giorni.
Cosa mettere in valigia: abbigliamento prettamente estivo, anche se una maglia in più è sempre necessaria. Da non dimenticare un ombrello e scarpe chiuse per via della pioggia.

Vienna in autunno

A settembre l’estate tira già i remi in barca e le temperature iniziano a scendere di 5/6 gradi, con massime intorno ai 20 gradi e minime che non vanno oltre i 12. Possono capitare anche giornate più calde, ma il clima tende rapidamente a farsi autunnale. Ad ottobre le temperature sono già piuttosto rigide specie nei valori minimi che possono anche arrivare a 4 gradi e le massime non vanno oltre i 13/14 gradi. A novembre il clima è quasi invernale con minime poco superiori allo zero e massime sotto i 10 gradi.
Cosa mettere in valigia: maglie pesanti e giacche di lana. Il clima è molto rigido, freddo di notte, quindi non lesinate in cappelli e sciarpe.

Qual è il periodo migliore per andare a Vienna

Vienna ha un clima molto rigido nei mesi autunnali e invernali, ma certo non abbastanza per scoraggiare una visita. Così come ha un clima caldo in estate, ma certo non così insopportabile da ostacolare un viaggio in questa meravigliosa città. La scelta su quando andare a Vienna è quindi piuttosto personale, ma probabilmente il periodo migliore per visitare Vienna è la primavera quando il caldo è piacevole, le giornate sono soleggiate e le serate sono fresche. Natale è un periodo meraviglioso a Vienna fra mercatini e addobbi, ma senz’altro non è il più economico, che al contrario è nei mesi meno spumeggianti di inizio anno, ovvero fra febbraio e marzo.