Persecuzioni religiose, milioni e milioni di cristiani vessati ed uccisi nel mondo

persecuzioni religiose
Troppi cristiani vittime di persecuzioni religiose in tutto il pianeta FOTO viagginews

Le persone di fede cristiana sottoposte a persecuzioni religiose sono milioni su tutto il globo. E tale religione è la più colpita in assoluto.

I casi di persecuzioni religiose si susseguono a tutt’oggi a danno dei cristiani, come avveniva esattamente nell’antichità. Un rapporto recente presentato dalla Fondazione Pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre riferisce che un cristiano su sette per la precisione è fatto oggetto di persecuzioni per via della fede professata. E proprio la religione cristiana è la più colpita al mondo attualmente. I numeri hanno raggiunto proporzioni allarmanti in particolare dal 2017 in avanti. Il cardinale Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, parla di questo rapporto come di un qualcosa dalla importanza capitale in materia di libertà religiosa. “Portiamo il nostro aiuto a chi soffre in giro per il mondo,professando pace, amore e libertà di culto. Aiutiamo in maniera indistinta cattolici e non, nel nome della carità che unisce i popoli”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Persecuzioni religiose, circa 300 milioni i cristiani tormentati

In totale sono quasi 300 milioni le persone di fede cristiana oggetto di persecuzioni religiose in tutto il mondo. Tra i Paesi più a rischio figurano Sri Lanka, Camerun e Burkina Faso. Va anche detto come i territori strappati al fondamentalismo islamico rappresentato da organizzazioni terroristiche ufficiali come l’Isis abbia provocato la migrazione del fondamentalismo stesso verso altre aree del pianeta. Difatti i tre paese sopra citati sono entrati solo di recente all’interno delle zone rosse a rischio per chiunque si professi di fede cristiana. Africa, Asia meridionale ed orientale sono ora i posti più pericolosi per un cristiano. E poi c’è la Cina, che non permette manifestazioni esplicite di fede in pubblico perché spesso non sottoposte al diretto controllo dei vertici statali al potere. A volte anche gli eventi religiosi privati sono sottoposti alla censura.

Numeri molto preoccupanti

Un altro dato che fa riflettere è relativo al numero dei religiosi cristiani uccisi nel 2019 in tutto il mondo. Si tratta di 18 sacerdoti ed una suora, e 15 di questi casi sono avvenuti in Africa. Ed ancora, in Iraq, dove la situazione resta critica nonostante il forte ridimensionamento dell’Isis, i cristiani sono passati dal milione e mezzo del 2001 ad appena 150mila del 2019. Con una diminuzione evidente del 90%, Stessa cosa è accaduta in Siria, con un altro milione e mezzo di cristiani registrati al 2011. Ma che sono poi divenuti meno di 500mila a metà 2017. Tra attentati, arresti mirati e quant’altro, le persecuzioni avvengono ancora oggi a danno dei cristiani, esattamente come duemila anni fa.