Home News Pugile morto, Patrick Day ko poi tre giorni di coma ed il...

Pugile morto, Patrick Day ko poi tre giorni di coma ed il decesso – FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:49
CONDIVIDI
Patrick Day pugile morto
Si chiamava Patrick Day il pugile morto dopo tre giorni di coma FOTO viagginews

Chi era Patrick Day, il pugile morto dopo essere finito ko sul ring. Tre giorni di coma irreversibile e poi la scomparsa, non ha avuto scampo.

Si chiamava Patrick Day il pugile morto dopo tre giorni trascorsi in coma. Era ricoverato al Northwestern Memorial Hospital di Chicago dopo essere finito ko per un colpo subito da Charles Conwell, suo connazionale con il quale si era confrontato nello scorso fine settimana. Patrick Day aveva 27 anni ed era finito al tappeto alla decima ripresa. Dopo il forte pugno incassato, il pugile morto aveva fatto segnare una lesione cerebrale di gravissima entità, dalla quale non si è mai ripresa. Subito condotto in ospedale, le sue condizioni sono parse estremamente critiche. Al punto da richiedere il ricovero in codice rosso. Poi nella notte tra martedì e mercoledì è giunta la triste notizie.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Pugile morto, in coma subito dopo il ko sul ring

A diffondere la notizia della scomparsa di Patrick Day è stato il suo agente, Lou DiBella, con un messaggio pubblicato su Twitter. Anche lo sfidante Charles Cornwell ha condiviso un pensiero per il suo avversario. “Non volevo che questo accadesse #prayforpatrickday”. Il 27enne aveva perso conoscenza sul ring ed era stato portato via in barella. Le condizioni estremamente critiche lo hanno portato al coma irreversibile. Tantissimi tra tifosi ed appassionati di pugilato hanno riversato in questi ultimi tre giorni dei messaggi di affetto e di pronta guarigione rivolti a Patrick. Purtroppo però l’esito è stato drammatico.

I titoli vinti in carriera dallo sfortunato Patrick Day

In carriera lo sfortunato atleta aveva vinto due titoli nazionali dilettanti, il torneo Golden Gloves di New York ed era stato scelto come sostituto della squadra per le Olimpiadi del 2012. Il salto al professionismo avvenne nel 2013. Il suo primo titolo in tali vesti è stato il campionato WBC Continental Americas del 2017. A questo ha fatto seguito il campionato intercontinentale IBF nel 2019. Nello scorso mese di giugno Patrick Day era entrato nella top 10 sia della WBC che della IBF.