Home News Massoneria italiana, simboli dell’associazione su droga ed armi – FOTO

Massoneria italiana, simboli dell’associazione su droga ed armi – FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:35
CONDIVIDI
massoneria italiana droga
Ritrovamento di armi e droga con simboli della massoneria italiana FOTO screenshot

Una operazione delle forze dell’ordine ha portato all’arresto di un uomo che nascondeva droga ed un arsenale. Ma l’aspetto inquietante sembra collegarlo alla massoneria italiana.

Un ritrovamento inquietante che richiama la massoneria italiana è stato effettuato a Reggio Calabria. Le forze dell’ordine hanno rinvenuto della droga confezionata recante i simboli della ultrasecolare associazione internazionale a base iniziatica. Si tratta di diversi panetti di droga per l’ammontare totale di un chilo, che nelle loro confezioni recavano la presenza degli inequivocabili quanto famosi simboli massonici. Ovvero la squadra ed il compasso incrociati quasi a formare un rombo, con un occhio al centro. Il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria sta indagando sulla vicenda. Il ritrovamento comprende anche svariate armi. Nello specifico 14 tra pistole, fucili e mitragliatrici, con circa 500 cartucce ed anche due chili e mezzo di esplosivo. Le pistole erano cinque: quattro semiautomatche ed una a tamburo. C’erano anche un fucile a canne mozze, due mitragliatrici e sei fucili da caccia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Massoneria italiana, che legame c’è con armi e droga sequestrate?

L’arsenale era nascosto all’interno di un garage situato nel centro di Reggio Calabria. Apparteneva ad un uomo di 31 anni del quale sono state diffuse solamente le iniziali, G.D. Questi era l’affittuario del locale e per lui sono scattate immediatamente le manette. Il tutto è avvenuto nell’ambito dell’operazione denominata ‘Bunker’. Estraneo ai fatti il proprietario dell’immobile. Desta chiaramente curiosità ed anche una certa inquietudine la presenza dei simboli della massoneria italiana e non solo. Tali raffigurazioni sono proprie dell’associazione in tutto il mondo, con l’occhio al centro che a volte viene sostituito dalla lettera G a mò di iniziale. Essa assume diverse interpretazioni, tra le quali quella di ‘Great Architect’ (Grande Architetto). Si indaga, con la ferma intenzione di spiegare il perché della presenza inusuale di simboli massonici.