Trieste, poliziotti uccisi: la verità sulla foto della fondina strappata

FondinaSulla notizia riguardante i poliziotti uccisi a Trieste stanno circolando voci di fantasia, una di queste riguarda la fondina di uno degli agenti morti.

Come spesso accade quando una notizia attira l’attenzione dell’opinione pubblica e ci sono ancora pochi dettagli, sul web cominciano a circolare notizie false. Lo abbiamo visto qualche mese fa quando è morto il Carabiniere Cerciello Rega, nelle ore immediatamente successive infatti si è parlato di un omicidio compiuto da cittadini nord africani. Sta capitando in queste ore attorno alla vicenda che ha portato alla morte dei due poliziotti Pieluigi Rotta e Matteo Demenego.

Al momento, infatti, non esiste una ricostruzione ufficiale dell’accaduto e tutte le presunte dinamiche apparse in queste ore sono frutto di fantasia. Vi abbiamo riportato ad esempio la testimonianza di una poliziotta fuori servizio, ma in questa non viene spiegato com’è cominciata la sparatoria, poiché l’agente non era presente in quel momento. Un’altra falsa notizia apparsa in rete è quella sulla fondina del primo poliziotto deceduto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La fake news sulla fondina

Le presunte notizie sulla fondina sono collegate ad una foto apparsa in rete che ne mostra una strappata. Partendo da quella immagine è nata una narrazione tesa ad attribuire parte dell’accaduto al materiale e alla solidità della fondina stessa. In un post ad esempio si legge: “Grazie al fenomeno che ha scelto questa fondina. Fin dal primo momento sapevano che facevano schifo, che si rompevano in tempo zero. Ma no… A loro non frega niente… È tutto apposto. La tragedia era dietro l angolo. È arrivata”.

Secondo tale ricostruzione, priva di qualsiasi prova, il primo poliziotto avrebbe perso il controllo dell’arma a causa della qualità scadente della fondina. In realtà, la Polizia ha riferito ad ‘Open‘, che la foto che circola in rete riguarda la fondina del secondo poliziotto e che, dunque, la pistola è stata sottratta a questo solo dopo che era deceduto.

Sciarretta Massimiliano