Stephan Meran, chi è il 29enne che ha ucciso i due poliziotti a Trieste

Stephan MeranStephan Meran è l’uomo accusato dell’uccisione dei due poliziotti a Trieste, scopriamo qual è la storia del 29enne che ha causato la tragedia.

Quest’oggi due poliziotti di servizio alla Questura di Trieste, Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, sono stati uccisi da un uomo arrivato in seguito ad un’arresto per presunta rapina. Niente aveva fatto presagire che potesse succedere qualcosa del genere. In mattinata uno dei due uomini,  Alejandro Augusto Stephan Meran (29 anni), aveva sottratto uno scooter ad una donna. L’uomo, di origine dominicana, non si era preoccupato della salute della donna, gettata con vigore a terra, ma qualche ora più tardi si era pentito di quel gesto.

In preda al panico Alejandro ha chiamato il fratello Carlysle Stephan Meran per chiedergli consiglio. Questo aveva cercato di tranquillizzarlo, lo aveva raggiunto ed aveva avvisato la Polizia. Gli agenti giunti sul luogo li hanno scortati in questura per la deposizione ed entrambi sembravano essere tranquilli. Secondo la ricostruzione fornita alla stampa Alejandro ha chiesto di andare in bagno. Quindi, quando ha incrociato due agenti, ha sottratto la pistola ad uno di essi e li ha uccisi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Stephan Meran, chi è il 29enne che ha ucciso i poliziotti

Giunto in Italia con la famiglia oltre quando era ancora un adolescente, Alejandro Augusto Stephan Meran è nato nella Repubblica Dominicana nel 1990. Circa dieci anni fa lui ed il fratello Carlysle hanno ottenuto il permesso di soggiorno e la possibilità di lavorare e integrarsi. A quanto pare, però, Alejandro Augusto aveva dei problemi psichici, motivo per cui avrebbe compiuto la rapina per poi pentirsene qualche ora dopo. Che l’uomo accusato dell’omicidio dei due poliziotti non fosse in sé lo dimostra un audio registrato poco dopo la sparatoria in cui dice al fratello: “Vienimi a prendere… non voglio l’ambulanza… sto morendo”.