Carolyn Smith, continua l’incubo tumore: “Ho fiducia nei medici”

Carolyn SmithCarolyn Smith ha comunicato ai suoi fan che nonostante le cure l’incubo tumore non è ancora finito. La coreografa, però, ha fiducia nei medici.

Già dalla scorsa estate  Carolyn Smith sta lottando contro il tumore. La storica coreografa di ‘Ballando con le stelle‘ ne ha parlato apertamente a fine maggio, poco prima della fine del programma di Milly Carlucci. In quell’occasione ha spiegato che in un primo momento le è stato difficile aprirsi su questo problema di salute con le persone poiché vedeva in loro una forma di timore. Con il passare del tempo, però, ha capito che nasconderlo non aveva senso e che parlarne l’aiutava a stare meglio.

Lo scorso giugno Carolyn Smith ha cominciato un nuovo ciclo di chemioterapia nella speranza che questo potesse eliminare definitivamente la malattia. Per mesi l’artista non ha condiviso notizie a riguardo, finché qualche hater non ha cominciato a diffondere notizie false sul suo stato di salute costringendola a rettificare. La coreografa aveva spiegato che bisognava attendere il 24 settembre per il risultato delle analisi e ieri ha mantenuto la promessa di condividere aggiornamenti.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Carolyn Smith: “Non sono guarita, ma ho fiducia nei medici”

In un video rivolto ai fan Carolyn ha spiegato che le cure hanno rimosso le cellule malate ma che ancora il cancro è attivo e necessita di altre cure. Ciò nonostante guarda al futuro in maniera positiva ed è certa che l’equipe che si sta occupando delle sue cure farà le scelte giuste. Come prima cosa la coreografa spiega quali sono gli esiti delle analisi: “La notizia buona è che non c’è tumore in giro per il corpo. La notizia meno buona è che il tumore c’è ancora e, purtroppo, è leggermente più attivato rispetto a prima”. Quindi manifesta il suo dispiacere per la situazione: “Speravo che fosse tutto finito, ma si continua. Lo accetto anche se è abbastanza difficile da mandare giù. Ho fiducia nei medici e nei medicinali che devo prendere”.