Home Destinazioni e Guide turistiche Cosa vedere ad Atene in due giorni: itinerario e consigli

Cosa vedere ad Atene in due giorni: itinerario e consigli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:31
CONDIVIDI

atene

Guida di Atene: cosa vedere e cosa fare in un weekend. O monumenti e i luoghi da non perdere

Atene è una città che sa mettere in soggezione per la sua immensa storia. Salire all’Acropoli vuole dire tornare indietro di migliaia di anni, lì dove la civiltà europea è nata. Ci sono molte cose da vedere ad Atene testimonianze storiche, ma anche bellezze naturali. La Grecia è un Paese dall’enorme fascino e Atene non è di meno. Storia e futuro si incontrano in questa città: i monumenti e i locali all’avanguardia, la voglia di crescere e il passato che spunta ad ogni angolo. E poi il mare, le isole, il sole e i panorami mozzafiato.

In molti passano per Atene per raggiungere le celebri isole greche. Dall’aeroporto della capitale raggiungere il porto del Pireo è molto semplice, ma lo è altrettanto fermarsi ad Atene. La città merita infatti una visita, anzi per costruire il nostro futuro dobbiamo conoscere la terra che ha dato il la alla nostra civiltà.

Un tour di un weekend nella capitale greca non è abbastanza per conoscerne tutte le bellezze ma è un ottimo compromesso per assaporare almeno un assaggio della movida ateniese che, indipendentemente dalla crisi economica, non smette di replicarsi attraverso caffè, concerti e festival.

Cosa vedere ad Atene

Tutto parte indubbiamente dall‘Acropoli, poi musei, piazze, quartieri, mercatini e perfino spiagge. Atene è una città che ha molto da vedere e che non vi farà spendere molto. E’ infatti una città economica e alcuni dei suoi luoghi simbolo hanno un biglietto d’ingresso piuttosto economico.

  • Acropoli
  • Agorà
  • Piazza Syntagma
  • Plaka
  • Museo Archeologico Nazionale
  • Museo Bizantino
  • Monastiraki
  • Licabetto
  • Spiagge

Un breve itinerario di Atene parte dall’Acropoli, procede poi con una visita al Museo Archeologico Nazionale, presso cui è allestita la più importante collezione del mondo di reperti delle civiltà greche. Vicino alla struttura, si può percorrere a piedi la splendida passeggiata che conduce fino all’Agorà. Lì, si può scendere nella stazione della metropolitana (ogni linea è decorata da opere di arte classica e contemporanea) e dirigersi verso il Benaki Museum, che accoglie mostre temporanee, eventi culturali e rassegne di cinema e teatro.

Un’altra istituzione della vita culturale ateniese è infine il Museo dell’Industria che, oltre a reperti meccanici, ospita un’esposizione dedicata a Maria Callas e diversi bar e ristoranti frequentati soprattutto nel weekend. Dopo una giornata di cultura è tempo di relax: fatelo in un locale della Plaka, salendo fino a Licabetto per sorseggiare un drink con un panorama straordinario davanti o fate shopping fra le bancarelle di Monastiraki.

Acropoli cosa vedere

acropoli atene

Un tour storico della città non può partire che dall’Acropoli. Simbolo della capitale, è dedicata alla dea Atena e, sebbene sorga su un sito abitato dall’età del bronzo, i resti visitabili oggi risalgono all’epoca di Pericle. Dopo aver visitato l’Acropoli e ammirato il bel panorama sotto al colle (una moderna funicolare porta fino al colle di Licabetto), vale la pena visitare l’omonimo museo. La struttura del Museo dell’Acropoli, che è stato inaugurato nel 2009, è opera dell’architetto svizzero Tschumi e raccoglie nei suoi quattro piani i marmi e le sculture rinvenuti dagli archeologi. L’ultimo livello, la Partenon Gallery, è costituito da una scatola di vetro e ospita un’installazione che riproduce la cella del tempio, con fregi e colonne collocati nella posizione che avevano nell’antichità. Dopo essersi soffermati ad ammirare lo splendido panorama che si gode dall’Acropoli può continuare la visita di Atene.

L’Acropoli è aperta tutti i giorni dalle 8 alle 18.30. Il biglietto di ingresso costa 12 euro, ma ci sono riduzioni per giovani e anziani. Inoltre lo stesso ticket permette l’ingresso all’Agorà, al Teatro di Dioniso, al Tempio di Zeus.

Agorà cosa vedere

Si trova ai piedi dell’Acropoli ed era il cuore della vita ateniese, qui per dirne una fu condannato a morte Socrate. In questa aerea di 12 metri quadri si trova anche il Tempio di Efesto.
L’Agorà si può visitare tutti i giorni dalle 8 alle 18 in inverno e fino alle 19 in estate. Il biglietto singolo costa 4 euro, altrimenti si può acquistare a 12 euro il biglietto cumulativo con l’Acropoli.

Piazza Syntagma cosa vedere

piazza syntagma

E’ il cuore della vita dell’Atene moderna ed qui che avvengono la manifestazioni, qui il luogo in cui scendono in piazza gli ateniesi. D’altronde in questa piazza si trova il Parlamento e la tomba del Milite Ignoto, dove sono presenti gli Evzones, le guardie parlamentari. Da vedere il cambio della guardia.

La Plaka cosa vedere

plaka

Il quartiere della movida e quello più turistico è questo. Fatto di stradine pedonali fra piazza Syntagma e l’Acropoli qui si concentrano i bar, i ristoranti e i locali, ma qui si trovano anche due chiese bizantine e il Museo di Arte Folkloristica greca, dove potrete ammirare i costumi tradizionali e ceramiche.

Monastiraki cosa vedere

monastiraki

Monastiraki è un altro quartiere di Atene, che confina con la Plaka, dove poter vedere due cattedrali,  la piccola Mikri Metropoli e la grande Megali Metropoli, e la moschea Tzistarakis. E’ il quartiere più multietnico della città e questo lo si vede nel celebre mercatino delle pulci. Il mercatino ha luogo tutti i giorni della settimana, ma è la domenica che le bancarelle sono tantissime così come le persone che affollano questo mercatino. Il mercatino si raggiunge facilmente e si trova in Ifestou 2.

Licabetto cosa vedere

monte licabetto

Atene ha diverse colline da cui poter ammirare il panorama. Il più importante è ovviamente l’Acropoli, ma ce ne sono altre. La vetta più alta di Atene è Licabetto che con ben 272 metri sul livello del mare offre un’ampia vista sulla città. La cima, dove si trovano un teatro, un ristorante e una piccola cappella dedicata a San Giorgio, si raggiunge con una funicolare che parte da Kolonaki.

Museo Archeologico Nazionale di Atene

E’ il più grande museo della Grecia e vanta reperti di importanza fondamentale della Storia greca-romana. Fra i pezzi più importanti la testa di Zeus e il bronzo di Poseidone. Il museo è aperto tutti i giorni dalle 8 alle 20. Il biglietto di ingresso costa 10 euro, ma ci sono sconti per giovani e anziani,e riduzioni con biglietti cumulativi con altri musei.

Museo Bizantino e Cristiano di Atene

Si trova nella splendida villa Ilissia e conta oltre 3 mila reperti d’arte religiosa che vanno dal IV al XIX secolo. Il museo è suddiviso in tre sezioni: antichità fino epoca bizantina; mondo bizantino e la terza dall’epoca bizantina all’epoca moderna.
Il museo è aperto dal martedì alla domenica dalle 9 alle 16.
Il biglietto costa 4 euro.

Spiagge di Atene

Atene è una città sul mare e vanta oltre 20 km di spiagge. Se capitate ad Atene in primavera o in estate sarà difficile resistere al richiamo del mare. La spiaggia di Nea Falirou è quella più vicina alla città, si trova nella parte vecchia del porto ed è molto frequentata dagli ateniesi così come le vicine spiagge di Ellinikò e Glyfada. Più bella la spiaggia di Alimos ad 8 km dalla città e quella di Vouliagmeni ad appena 17. Qui come nelle spiagge di Varkiza e Sounio il mare è cristallino e le spiagge sono bianche.

Dove dormire e mangiare ad Atene: i quartieri migliori

I quartieri migliori per l’hotel sono Plaka, Monastiraki e Psiri che offrono il vantaggio di essere vicino ai siti archeologici e molto vivaci durante la notte. Templi Hotel, Athens Studio e Athens Backpackers sono ottime strutture a prezzi low cost. Riguardo al cibo, per gustare ghiros me pitta, souvlaki e moussakà si segnalano Rozalia, H Folia Tis Kypselis e Varoulko (che, pur avendo una stella Michelin, propone menu a 50 euro). I quartieri migliori per la movida notturna sono Psiri e Gazi: in queste zone vale la pena fare un salto da gazarte, Alexandrino e Rempetiki Istoria.

Come muoversi ad Atene

Atene è servita da un aeroporto internazionale, lo scalo Eleftherios Venizelos, con voli diretti dalle maggiori città italiane sia di bandiera che low cost. Lo scalo ateniese dista da Atene appena 30 minuti ed è collegato al centro città con la metropolitana (ogni 30 minuti) o con bus navetta.

Per muoversi ad Atene, ci si può spostare poi con la metro (3 linee, viaggia dalle 5.30 alle 24) o con bus e tram; in alternativa, vi sono molti taxi che hanno prezzi più economici rispetto all’Italia. I biglietti dei mezzi pubblici costano: 1,40 euro per 90 minuti (e vale per tutte le corse di autobus, metro, tram e filobus); 4,50 euro per 24 ore; 9 euro per 5 giorni. Sono esclusi da questi i tragitti per l’aeroporto di Atene.

Cosa vedere nei dintorni di Atene

Se si ha più di un weekend a disposizione, Atene rappresenta un ottimo punto di partenza per visitare il resto della Grecia. Vicino alla città, si trovano il Pireo e l’Istmo di Corinto. Se si ha qualche giorno in più a disposizione si può arrivare a visitare Meteora e i suoi monasteri (circa 3 ore di auto) oppure andare a Delfi (circa 2 ore di tragitto).

Se si ha voglia di mare oltre alle spiagge più vicine alla città si possono raggiungere alcune isole come Egina che dista appena 50 km o Idra, isole bellissime frequentate soprattutto da greci (il che è garanzia di bellezza!).

L’aeroporto di Atene costituisce lo snodo principale di tutte le compagnie aeree dirette verso le isole greche come Santorini, la più piccola e meno famosa Spetzes o la più mondana Mikonos.