Home News Antonio Ciontoli, intervista controversa su Rai 3. I Vannini: “Non lo perdoneremo...

Antonio Ciontoli, intervista controversa su Rai 3. I Vannini: “Non lo perdoneremo mai” – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:07
CONDIVIDI
Antonio Ciontoli Marco Vannini
Intervista con polemica a Rai 3 per Antonio Ciontoli – FOTO: viagginews

La famiglia di Marco Vannini giudica negativamente una intervista ad Antonio Ciontoli che sarà trasmessa tra pochi giorni su Rai 3.

Il programma di Rai 3 ‘Storie Maledette’ trasmetterà inonda domenica 30 giugno e martedì 2 luglio una intervista esclusiva fatta dalla conduttrice Franca Leosini ad Antonio Ciontoli. C’è però un aspetto controverso in questo intervento del Ciontoli, i cui membri di famiglia sono stati tutti condannati, seppur con pene ritenute lievi, per la morte di Marco Vannini, avvenuta il 18 maggio 2015. Infatti la famiglia dello sfortunato ragazzo non è stata informata di nulla, e Marica Conte, madre di Marco, rivela a ‘Chi l’ha Visto’ di esserci rimasta male, unitamente al marito Valerio. “Ho saputo di questa intervista ad Antonio Ciontoli dai giornali e dalla televisione. Il fatto è che si parlerà di mio figlio Marco, e per questo motivo io e mio marito avremmo dovuto essere avvisati. Il Ciontoli dice di voler essere perdonato. Ma io e Valerio non lo perdoneremo mai. Deve comprendere che ha ucciso mio figlio assieme agli altri che erano in casa. Marco aveva 20 anni e tanta voglia di vivere. Una cosa che gli è stata negata”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Antonio Ciontoli, la posizione di Izzo sul caso Vannini

‘Chi l’ha Visto’ precisa poi a sua volta, per bocca della conduttrice Federica Sciarelli, che “a noi Antonio Ciontoli non ha mai concesso l’intervista”. Intanto ci sono anche delle dichiarazioni sempre a ‘Chi l’ha Visto’ di Roberto Izzo, ex maresciallo dei carabinieri di Ladispoli. L’uomo è stato interrogato per ore qualche giorno fa e un testimone, Davide Vannicola, sostiene essere legato al Ciontoli da un forte legame di amicizia, forse anche per interesse. Infatti Izzo avrebbe voluto entrare nei servizi segreti, di cui proprio Ciontoli faceva parte. Izzo ha negato tutto con forza e ha definito le dichiarazioni di Vannicola del tutto false. “Ne risponderà in tribunale”, ha tuonato Izzo in preda alla collera.