Home News Incidente sulle strisce pedonali: si ferma per far attraversare anziano, travolto

Incidente sulle strisce pedonali: si ferma per far attraversare anziano, travolto

CONDIVIDI
incidente moto
Un gravissimo incidente stradale ha coinvolto una moto ed un’auto: c’è una vittima – FOTO: viagginews.com

Il senso civico di un uomo è stata anche la sua rovina: questi è stato travolto da una donna mentre si era fermato per far attraversare un anziano, nessun segno di frenata nell’incidente.

Un incidente avvenuto in strada ha portato alla morte di un uomo. Si tratta del 48enne Nicola Brancalion, originario di Albignasego, in provincia di Padova, che ha pagato con la propria vita una buona azione. Quest’ultimo si trovava in sella alla sua moto, quando in prossimità delle strisce pedonali si è fermato per far attraversare un anziano con una bici in mano. Purtroppo però dietro a Brancalion è arrivata a grande velocità una Citroen con alla guida una donna di 35 anni, che non ha visto chi gli stava davanti e ha finito con il travolgerlo fatalmente. La vittima è morta sul colpo, tale è stato l’impatto. Il fatto è avvenuto a San Giorgio in Bosco, sulla Valsugana, sempre in provincia di Padova. In seguito ai rilievi effettuati dalle forze dell’ordine non sono stati riscontrati segni di frenata. Resta ancora da stabilire come mai l’automobilista non si sia accorto di Nicola.

LEGGI ANCHE –> Malore, 38enne in visita a moglie e figlio in ospedale si accascia e muore

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Incidente, uomo in moto travolto sulle strisce: in corso gli accertamenti

Si ritiene che forse la sua attenzione fosse dedicata dal cellulare alla guida o da qualcos’altro, e che ciò possa aver causato questo incidente. Nel tratto di strada interessato vige l’obbligo di velocità massima di 50 km orari, trovandosi in pieno centro abitato. Ma sembra proprio che il veicolo andasse a molto di più. In merito alla vittima, si apprende che viveva con la madre e che da ragazzo fu sottoposto ad un necessario trapianto di reni in Belgio. Cosa che lo ha poi costretto ad assumere medicinali con cadenza costante, oltre a doversi sottoporre a dialisi e visite continue. Lavorava come artigiano e faceva parte della Confederazione Nazionale dell’Artigianato di Padova sin dal 1997. Da qualche mese aveva subito un peggioramento delle condizioni di salute.