Truffe romantiche, emergenza sul web: ecco come riconoscerle

Basta una foto rubata dal proprio profilo social per cadere vittima di una “truffa romantica” sul web.

Secondo gli osservatori dei comportamenti illeciti sul web è una vera e propria emergenza. Il fenomeno prende il nome di “truffa romantica” è, sull’onda del caso Pamela Prati-Mark Caltagirone, sarà oggetto di una speciale inchiesta nella puntata di stasera di Chi l’ha visto, con nuove testimonianze e un approfondimento sul sistema delle foto rubate.

Già la scorsa settimana la conduttrice Federica Sciarelli (che collabora da tempo con l’associazione Acta, specializzata nella lotta al cybercrime e alle truffe affettive) aveva voluto lanciare una provocazione invitando come ospite in studio la suddetta Pamela Prati, la quale si è detta a sua volta truffata. A differenza della showgirl sarda, però, sono tante le donne “invisibili” che sono state truffate nei loro affetti e nelle loro dignità e di cui nessuno parla. E lo dimostra il fatto che dopo quella puntata tantissime spettatrici hanno contattato la redazione del programma, avendo riconosciuto in quelle immagini i profili (ovviamente fake) di uomini con cui erano entrate in contatto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi sono le vittime e come evitare di cascarci

Le vittime principali delle truffe romantiche sono le donne (madri, sorelle, amiche), ma il fenomeno colpisce anche gli uomini. Come funziona? Un’immagine rubata viene usata come “esca” per attrarre e raggirare persone spesso sole o alle prese con situazioni difficili, previa richiesta di amicizia sui social. Il truffatore si dichiara innamorato e pronto al matrimonio. Poi però, spesso con il finto pretesto di un familiare malato o altri escamotage del genere, passa alla richiesta di somme di denaro. Quindi sparisce.

A cascarci sono spesso anche donne istruite e intelligenti. Ecco perché sul sito della trasmissione è stata creata un’apposita pagina per raccogliere le segnalazioni di donne che ritengono di essere state truffate e le foto dei presunti truffatori. Tra tutte, quella più diffusa è di un certo Massimiliano Titone, con oltre 7mila truffe messe a segno negli anni, e ancora attivo. E il diretto interessato, vittima a sua volta del raggiro, è più volte intervenuto in trasmissione per spiegare come stia combattendo quest’assurda situazione.

EDS