Pamela Prati ospite a “Chi l’ha visto?”: rivolta tra i telespettatori

0
1

Dopo l’ormai famigerata vicenda Prati-Caltagirone, la showgirl parteciperà alla trasmissione nella puntata di domani dedicata alle “truffe romantiche”.

Ormai non c’è angolo del mondo dei media dove non si parli del caso Pamela Prati-Mark Caltagirone. Ma ha comunque destato grande stupore la notizia che domani, mercoledì 29 maggio, la showgirl sarda sarà ospite a Chi l’ha visto?. L’indiscrezione è stata lanciata dal sempre informatissimo Dagospia e sul web è subito scoppiata una polemica tra i fan dello storico di Rai 3 dedicato alla ricerca di persone (realmente) scomparse.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La reazione sui social e il chiarimento della Rai

Perché Pamela Prati è stata invitata nello studio di Chi l’ha visto? Come noto, la soubrette del Bagaglino ha ormai confessato che il (presunto) fidanzato Mark Caltagirone in realtà non esiste, sostenendo di essere stata raggirata e “plagiata”. Ebbene, gli autori del programma di Rai 3 hanno visto in lei l’ospite ideale per parlare di truffe romantiche online, con tutti gli annessi e connessi.

Purtroppo, però, sui social i telespettatori della storica trasmissione stanno facendo sentire tutto il loro disappunto e la loro indignazione di fronte alla notizia. “Ma solo voi non avete capito che lei è truffatrice e non truffata?”, domanda un utente su Instagram, che aggiunge: “Vi seguo da sempre ma domani no!”. E un altro confessa: “Mi auguro che non sia vero, anche senza avere seguito questa vicenda non mi sembra argomento da Chi l’ha Visto?”. E c’è chi addirittura lancia un appello alla conduttrice: “Sciarelli, sei una giornalista troppo seria per cadere in questa trappola”.

Basterà questa levata di scudi a indurre la Rai a correre ai ripari? Per il momento, a quanto pare, tutto tace. Ma il direttore di Rai 3 Stefano Coletta si è premurato di far sapere che “Pamela Prati non riceverà alcun compenso”. E – verrebbe da aggiungere maliziosamente – ci mancherebbe altro…

EDS