Home Enogastronomia Il primo ristorante del gelato al mondo è a Roma

Il primo ristorante del gelato al mondo è a Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:38
CONDIVIDI
ristorante del gelato roma
Gelato D’Essai di Geppy Sferra (www.facebook.com/gelatodessai)

Il primo ristorante di gelato al mondo è a Roma. Abbinamenti curiosi e golosi.

Se andate pazzi per il gelato e vi piace mangiarlo in tutti i modi, questo ristorante fa al caso vostro. Si tratta del primo ristorante del gelato al mondo, in cui pietanze da pasto sono abbinate a gusti di gelato, e si trova a Roma. Un’occasione da non perdere e un motivo in più per visitare la Capitale. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Leggi anche –> Cibi per l’estate 2019: alla ricerca del gelato molecolare

Il primo ristorante del gelato a Roma

Abbinamenti curiosi e raffinati sono le proposte del menu di “Gelato D’Essai di Geppy Sferra“, il primo ristorante del gelato al mondo, che si trova a Roma, nel quartiere di Centocelle. Un vero e proprio ristorante del gelato, il primo al mondo, e assolutamente imperdibile per tutti gli appassionati di questo alimento, ma anche per tutti i gourmand e i curiosi gastronomici.

Il ristorante propone interessanti e golosi abbinamenti di piatti a base di carne, pesce e verdure con gusti di gelato selezionati per esaltare il sapore degli alimenti. Così troviamo il pollo al curru accompagnato dal gelato al cocco, lo sgombro al sesamo con il gelato al caffè, le verdure grigliate con il gelato allo yogurt, e da ultimo, tra le nuove proposte del menu estivo il filetto di merluzzo, cannella, paprika e kumquat con sorbetto al passion fruit (nella foto in alto). Proposte gastronomiche innovative e stuzzicanti di un menu in cui il protagonista è il gelato: dagli antipasti al dessert. Accostamenti curiosi, ma scelti con cura e attenzione ai sapori, per creare un gusto che sia non solo originale, ma anche armonioso.

L’idea originale di “Gelato D’Essai di Geppy Sferra” è stata quella di creare un piatto salato partendo dal gelato, senza alterarne le caratteristiche originali e in modo da realizzare una composizione di sapori equilibrata. Obiettivo del titolare Geppy Sferra era infatti quello di “ricercare una confluenza tra gastronomia e gelateria senza snaturare affatto il gelato, ma anzi approfittando proprio delle sue particolari qualità e mettendole a frutto in preparazioni che, sposando i metodi e i gusti della tradizione culinaria, ci fanno scoprire qualcosa del gelato che finora non sapevamo”, come ha spiegato all’Ansa.

Il locale si trova in via Tor De’ Schiavi a Centocelle ed è una struttura di 140mq che allo stesso tempo è gelateria vera e propria, caffetteria e ristorante. Il locale ha una sala di 14 posti a sedere che durante il giorno è utilizzata come caffetteria e gelateria tradizionale, per consumare coni e coppe, mentre alla sera propone ai clienti i piatti del ristorante del gelato. I clienti possono così provare i curiosi abbinamenti tra piatti salati, gelati di vari gusti e sorbetti.

ristorante del gelato roma
Gelato D’Essai di Geppy Sferra (www.facebook.com/gelatodessai)

Vastissima la scelta di gusti offerta dalla gelateria, che conserva creme e sorbetti in un bancone con pozzetti come nelle gelaterie di una volta. Si può scegliere tra una grande varietà di creme, provare il gelato alla frutta senza latte e preparato con una elevata percentuale di frutta fresca, soprattutto biologica e a km zero. Tra i gusti più ricercati, troviamo: Mirtillo e Rosa Canina, Mandorla di Toritto e miele, il Cacao puro (preparato senza cacao in polvere ma utilizzando solo pregiata massa di cacao monorigine), la Nocciola Romana Dop e il Pistacchio di Bronte Dop. Inoltre, tra i gusti di produzione periodica, vengono proposti il Mandarino tardivo di Ciaculli (presidio Slow Food), Fico, noci e cannella; mentre in estate, vengono preparati i cremolati di frutta, che variano a seconda del mese, e la granita di caffè.

Da “Gelato D’Essai di Geppy Sferra” ci tengono a far sapere che le loro produzioni di gelato non utilizzano alcun tipo di additivo, nemmeno quelli innocui. Per creare l’effetto addensante ed emulsionante hanno realizzato mix di fibre vegetali e proteine, che inoltre esalta il sapore del gelato riducendo gli zuccheri.

Riguardo al menu del ristorante di gelato, sono proposte tre aree gastronomiche: “Il Gelato e l’Orto“, “Il Gelato e il Mare“, “Il Gelato e la Fattoria“. Per creare le pietanze vengono utilizzate carni di animali allevati allo stato semibrado e verdure e frutta di stagione biologica. Tra i piatti proposti ci sono: lo Sgombro al sesamo e spinacino con gelato al caffè (foto sopra, nel corpo del testo), per il menu “Il Gelato e il Mare”; il Curry di pollo con gelato al cocco e la Misticanza, coppa, toma, melograno e sorbetto al mandarino tardivo di Ciaculli, per “Il Gelato e la Fattoria”; infine il Carciofo alla romana e cialda di patate all’elicriso con gelato alla liquirizia di Rossano e la Crema di patate, bieta e funghi pioppini con gelato alla nocciola romana per “Il Gelato e l’Orto”.

Gastronomia e gelateria si incontrano, dando vita a piatti originali, nell’esperienza dei gelatieri Geppy Sferra e Alessio Schioppa e dello chef Marco Mezzaroma.

I consigli sulle migliori gelaterie per il 2019: