Home News Greta Scarano protagonista del Nome della rosa: “Ho lavorato di fantasia”

Greta Scarano protagonista del Nome della rosa: “Ho lavorato di fantasia”

CONDIVIDI

La protagonista del Nome della rosa si presenta al grande pubblico, svelando il nome del suo amore (e molte altre cose).

Molti l’hanno conosciuta e apprezzata attraverso la fiction di Canale 5 “Non mentire”, tanti altri la vedranno stasera ne Il nome della rosa, l’attesissima serie su Rai Uno, con la regia di Giacomo Battiato. Stiamo parlando di Greta Scarano, attrice nata e cresciuta a Roma (classe 1986) che, dopo aver passato l’infanzia e l’adolescenza tra corsi di recitazione e arti varie (dal canto alla scenografia, passando per la chitarra e la batteria) ha scoperto gli Stati Uniti e ne ha fatto la sua terra di fortuna.

Ospite di Caterina Balivo a Vieni da me, Greta Scarano ha deciso di rivelare qualche particolare inedito della sua vita privata e professionale, per farsi conoscere più da vicino dal grande pubblico. A partire dal nome del regista che l’ha fatta innamorare (finora top secret): Sidney Sibilia. “Il tuo amore è un attore?”, le ha domandato la Balivo. E lei: “No, è un regista.. Sto con Sidney Sibilia”. Un regista – per chi non lo sapesse – molto in ascesa nel panorama cinematografico italiano: “Smetto quando voglio” è una delle sue ultime fatiche.

Passando al gioco “Chi preferisci?”, l’attrice ha scelto Riccardo Scamarcio a discapito di Valerio Mastrandrea: “Io e Valerio scherziamo sempre: diciamo che scelgo Scamarcio perché lui è bellissimo e invece Mastrandrea è vecchio”, ha spiegato. Ma Scamarcio perde nel confronto con Fabio Fazio, conduttore con il quale Greta Scarano ha condotto anche la nuova edizione del Rischiatutto, il quale a sua volta cede (metaforicamente) il passo a Pierfrancesco Favino: “Lui secondo me è uno degli attori più grandi che ci siano, sul set fa delle cose assurde: ti fa morire”, ha scandito l’intervistata. Meglio anche di Alessio Boni, protagonista con lei del Nome della rosa, ma non di Terence Hill…

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’anticipazione sul Nome della Rosa

Quanto alla serie in onda stasera, Greta Scarano spiega ad Amica che interpreta due ruoli. Il primo è quello di Margherita, membro della setta dei dulciniani (veramente esistiti, e condannati per eresia dal Papa). Margherita, compagna del “leader” Fra Dolcino, fu arsa viva. L’altro è quello di Anna, figlia di Margherita: personaggio di finzione, vive ai margini dell’abbazia benedettina dove il frate Guglielmo da Baskerville (John Turturro) si ritrova a indagare su una serie di morti misteriose.

“E’ stato un lavoro lunghissimo – spiega – . Giacomo Battiato, il regista, mi ha spiegato tantissime cose. Io poi mi sono documentata sui libri di Corrado Mornese, un grande storico che ha scritto le pagine più complesse e articolate sull’eresia di Fra Dolcino. Per Margherita, che era la sua donna, sono partita da lì”, mentre “per Anna invece ho lavorato di fantasia, perché è un personaggio di finzione. Secondo alcune ricostruzioni, pare che Margherita fosse incinta prima di essere messa al rogo. Ma non ci sono conferme. Nel film con Sean Connery, il personaggio non c’era. Ma è importante, perché permette di uscire dall’abbazia in cui si svolge la storia. Grazie a lei l’intera serie ha un respiro diverso”. Ma meglio non anticipare troppo…

EDS