Home News Salvini ed il corazziere di colore, una lezione da Mattarella?

Salvini ed il corazziere di colore, una lezione da Mattarella?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:45
CONDIVIDI
salvini corazziere colore
La vicenda di Matteo Salvini e del corazziere di colore ha creato dibattito (websource/archivio)

L’incontro al Quirinale durante il Giorno della Memoria tra Matteo Salvini ed un corazziere di colore ha divertito e fatto parlare in tanti.

Ha destato curiosità la vicenda con Matteo Salvini suo malgrado protagonista. Due giorni fa il ministro dell’Interno ed attuale vicepremier del Governo Conte assieme a Luigi Di Maio, è stato accolto al Quirinale da un corazziere di colore. Si svolgeva il Giorno della Memoria, alla presenza del presidente della Repubblica, Mattarella. Una sorta di novità se vogliamo, per quanto riguarda l’Italia. Non avendo un passato coloniale dello stesso lignaggio di altri paesi, è alquanto inconsueto immaginare alle nostre latitudini una simile scena. Ma è naturalmente una cosa bella, in quanto abbiamo avuto una dimostrazione di integrazione, che di questi tempi serve proprio al nostro Paese. L’aria che tira non è delle migliori infatti. E lo stesso Salvini contribuisce a fomentare una certa scuola di pensiero. Lo fa in buona fede, per salvaguardare la sicurezza dei cittadini. Nella sua posizione è facile scontentare tutti, soprattutto su di un argomento talmente delicato come quello della immigrazione. Certo, c’è da domandarsi perché alcuni abbiano fatto eccessiva ironia su questo episodio, che comunque non poteva passare inosservato.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo realeCLICCA QUI

Salvini ed il corazziere di colore, l’ironia di tanti

Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, ha scritto ad esempio su Facebook: “Ci sono giorni che anche a Salvini vanno storti. Oggi al Quirinale ha sentito dire da Mattarella, nel Giorno della Memoria, che ‘quando il benessere dei popoli si fa coincidere con la negazione del diverso la storia spalanca le porte alle più immani tragedie’. Ad accogliere Salvini un Corazziere nero. Noi diciamo: viva l’Italia, viva la Repubblica, viva Mattarella!”. Il corazziere è di origini brasiliane ma è cresciuto praticamente da sempre in Italia, e per la precisione in Sicilia. Si apprende che ha 29 anni e che sarebbe il figlio adottivo di una coppia siciliana, assieme alla sorella.

Il corazziere aveva già fatto parlare di se

Lo stesso corazziere comunque non è nuovo alla ribalta delle cronache: già due anni fa la sua presenza non passò inosservata durante una visita del Papa al Capo dello Stato. Lui e la sorella vennero adottati ad appena pochi mesi. Certo, Salvini è anche colui che aveva appoggiato la decisione della sindaca leghista di Lodi, Sara Casanova, di voler differenziare le mense dei bambini italiani da quelle dei figli di immigrati. Ci si è chiesto anche se questo non sia stato un modo da parte dello stesso presidente Mattarella di lanciare un messaggio. Se così fosse, è stata una mossa di grande eleganza ed intelligenza. Il giovane infatti fa parte della scorta personale del presidente, e con tutta probabilità quest’ultimo lo avrò scelto di persona per presenziare all’evento.

LEGGI ANCHE –> Alberto Forchielli, chi è: età, carriera ed opere dell’esperto di economia