CONDIVIDI
paesi dove è pericoloso viaggiare
La città di Damasco, Siria (iStock)

I Paesi dove è più pericoloso viaggiare nel 2019: ecco la Travel Risk Map. Dove non andare.

Anno nuovo e nuovi viaggi. Dopo le vacanze natalizie e di inizio anno, sono già in molti a pensare alle vacanze 2019, da fare in estate o in primavera. Dai soggiorni al mare alle visite alle città, alle escursioni in montagna, in Italia ma anche nei Paesi esotici, alla scoperta di luoghi meravigliosi. Tanti sono i viaggi che si possono fare, grazie alle sempre più numerose offerte low cost, ai pacchetti e alle proposte che fioccano quasi per ogni parte del mondo. C’è chi si affida ad agenzie o tour operator professionisti e chi invece preferisce organizzarsi le vacanze da solo, con l’aiuto del web e alla ricerca delle offerte migliori.

Se siete quelli del viaggio fai da te dovete informarvi molto bene sui posti del mondo dove andare e su quelli che, invece, è meglio evitare, perché pericolosi. A questo proposito viene in vostro soccorso la Travel Risk Map, ovvero la mappa sui Paesi a rischio nel mondo, di cui è già uscita da tempo l’edizione 2019. Ecco tutto quello che dovete sapere per programmare i vostri viaggi.

Paesi dove è più pericoloso viaggiare nel 2019

Se state programmando un viaggio verso una meta esotica e fuori dalle tradizionali destinazioni turistiche, ecco tutto quello che dovete sapere sui Paesi del mondo pericolosi e da evitare e su quelli che sono più sicuri e dove potete andare senza problemi.

Da qualche settimana è uscita la Travel Risk Map 2019, elaborata dagli esperti del rischio globale di International SOS e Control Risks. La mappa mostra il livello di pericolo in ogni Paese e territorio, basandosi sulla minaccia attuale per i viaggiatori dovuta a violenza politica (inclusi terrorismo, insurrezioni, stato di agitazione e guerre), disordini sociali (incluse violenze settarie, locali ed etniche), violenza generica e microcriminalità.

Inoltre, per determinare il livello di rischio di un Paese vengono presi in considerazione anche elementi come: la solidità delle infrastrutture dei trasporti, lo stato delle relazioni industriali, l’efficacia dei servizi di sicurezza e di emergenza e la suscettibilità alle catastrofi naturali.

La Travel Risk Map elenca cinque categorie di rischio:

  • insignificante,
  • basso,
  • medio,
  • alto,
  • estremo.

Sono pochissimi i Paesi con un livello “insignificante” di rischio e si trovano tutti in Europa. Ad essere inclusi in questa categoria sono: Lussemburgo, Danimarca, Slovenia, Svizzera, Norvegia, Finlandia, Islanda e Groenlandia.

La maggior parte dei Paesi europei, tuttavia, sono considerati a basso rischio per i viaggiatori. In Europa, l’unica eccezione è rappresentata dall’Ucraina, dove nella zona orientale è in corso il conflitto con i separatisti russi.

Tra i Paesi non europei a basso rischio, poi, ci sono, con qualche sorpresa: Iran, Giordania, Oman, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Georgia, Azerbaijan, Armenia e Uzbekistan.

Altri Paesi con un livello di pericolo basso per i viaggiatori sono anche i Paesi anglofoni: Australia, Canada, Nuova Zelanda e Stati Uniti.

Invece, i Paesi a rischio “estremo” si trovano in Africa e in Medio Oriente e comprendono: Siria, Yemen, Afghanistan, Libia, Somalia e Sud Sudan. Non è difficile capire il perché visto che si tratta di Paesi coinvolti in guerre o conflitti.

Ricapitolando, ecco gli elenchi dei Paesi meno sicuri e più sicuri al mondo per i viaggiatori secondo la Travel Risk Map 2019.

Paesi con il rischio di sicurezza più elevato:

  • Siria
  • Yemen
  • Afghanistan
  • Iraq
  • Libia
  • Mali
  • Repubblica Centrafricana
  • Sud Sudan
  • Somalia
  • Striscia di Gaza
  • Parte dell’Egitto
  • Parte della Nigeria Orientale
  • Parte dell’Ucraina Orientale

Paesi con il rischio di sicurezza più basso:

  • Lussemburgo
  • Svizzera
  • Slovenia
  • Norvegia (incluse le Isole Svalbard)
  • Danimarca (incluse le Isole Faroe)
  • Finlandia
  • Groenlandia
  • Islanda
  • Seychelles
  • Capo Verde

La Travel Risk Map è stata pubblicata sul quotidiano britannico The Independent.

La mappa interattiva

Ricordiamo comunque che per essere sempre informati sui Paesi a rischio e quelli da evitare è bene sempre consultare, prima di organizzare un viaggio, il portale web dell’Unità di Crisi del Ministero degli Esteri Viaggiare Sicuri.

Altre informazioni e curiosità sui Paesi nel mondo:

A cura di Valeria Bellagamba