Napoletani scomparsi in Messico: la clamorosa protesta dei familiari

Napoletani scomparsi Messico famiglie protestano
Napoletani scomparsi Messico

Da gennaio non si hanno notizie di tre napoletani scomparsi in Messico: la clamorosa protesta dei familiari, che hanno occupato i binari.

Hanno inscenato una clamorosa protesta i familiari di Raffaele Russo, suo figlio Antonio e suo nipote Vincenzo Cimmino, che da mesi sono come volatilizzati nel Tecalitlan, in Messico, dove svolgevano un’attività di import-export di generatori elettrici. In base ad alcune indagini, dei poliziotti messicani avrebbero “venduto” i tre napoletani scomparsi ad un cartello di malviventi, e da quel momento in poi non si sono avute più notizie.

Leggi anche –> Napoletani scomparsi in Messico, interviene la Commissione Diritti Umani – VIDEO

Familiari dei napoletani scomparsi in Messico occupano i binari

I familiari, che aspettano risposte dalle istituzioni, oggi hanno deciso di manifestare tutta la loro rabbia per una situazione che va avanti da mesi. Qualche mese fa, si era pensato che ci potesse essere una svolta decisa nel caso, ma poi la scomparsa dei tre napoletani era nuovamente passata sotto silenzio. I parenti delle persone scomparse oggi hanno occupato i binari della stazione centrale di piazza Garibaldi per chiedere un incontro con il prefetto di Napoli.

La protesta segue l’incontro con il console onorario Lucio Cimmino. Successivamente, i familiari hanno visto il vicequestore Michele Spina, con cui è stata aperta una trattativa per liberare il binario 20 della stazione. La loro iniziativa ha causato non pochi disagi alla circolazione. Nel frattempo, vista l’atmosfera di tensione, Silvana Russo, moglie di Raffaele e madre di Antonio, ha anche accusato un malore. I manifestanti indossano una maglietta bianca con la foto dei tre scomparsi, Raffaele e Antonio Russo e Vincenzo Cimmino. Chiedono alle istituzioni un impegno concreto per sapere di più della sorte dei loro cari: la sparizione risale al 31 gennaio.

Vuoi saperne di più? Leggi anche –>

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News