CONDIVIDI
Beppe Marotta intercettazioni
(VALERY HACHE/AFP/Getty Images)

Il caso Beppe Marotta intercettazioni e il misterioso suicidio di Raffaello Bucci: parla l’autore dell’inchiesta di Report sulla Juventus.

In questi giorni, mentre il calcio giocato regala soddisfazioni a tutte e quattro le italiane impegnate in Champions League, emerge il caso dell’inchiesta di Report effettuata sulla vicenda del misterioso suicidio di Raffaello Bucci, uomo della società bianconera che aveva il ruolo di congiunzione tra Juventus e i suoi tifosi. Un’inchiesta che potrebbe coinvolgere pesantemente anche Beppe Marotta, che nei giorni scorsi si è dimesso da ad della squadra.

Per saperne di più, leggi anche –> Beppe Marotta, Report e le intercettazioni da brividi: calcio sotto choc

Beppe Marotta intercettazioni: il giudizio di Federico Ruffo

In attesa della messa in onda, prevista per il 22 ottobre, il portale Calciomercato.it ha intervistato Federico Ruffo, l’autore del servizio di Report, che ha dimostrato di avere le idee molto chiare. “Ho avuto modo di vedere un sistema che ha anticorpi tutti suoi, è malato ma si rigenera” – ha messo in evidenza il giornalista – “E l’anticorpo peggiore siamo noi, non ci piace che il giocattolo venga rotto e venga messo in discussione. Quello che ci interessa è che ogni domenica si giochi. Si dimentica sempre in fretta”.

Ma cosa potrebbe succedere dopo la messa in onda del servizio? “Sono tutti molto preoccupati, ma non ho elementi per dire se ci saranno risvolti di natura sportiva. Sono aspetti che attengono alla sfera penale di singole persone. Potrebbe scatenarsi un terremoto di natura etica, quello sì. Ma, soprattutto, spero si arrivi alla verità sulla morte di Bucci”.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News