CONDIVIDI
case in vendita a 1 euro
San Piero Patti, quartiere Arabo (Filippo Accordino, GFDL, Wikicommons)

Case in vendita a 1 euro, in un splendido borgo della Sicilia che rischia lo spopolamento.

Abbiamo già visto diverse proposte di case in vendita a prezzi irrisori per ripopolare paesi e borghi che rischiano di scomparire. Iniziative che si stanno moltiplicando un po’ in tutta Italia, soprattutto al Sud, dove lo spopolamento è un problema molto serio. Non si tratta solo di piccoli e vecchi centri abitati esclusivamente da anziani, ma alle volte di veri e propri borghi storici, con un passato glorioso e un patrimonio architettonico di pregio. Luoghi incantevoli che vanno assolutamente preservati.

Così, le amministrazioni locali si ingegnano a trovare modi per efficaci per invogliare le persone a trasferirsi nei loro paesi che rischiano la scomparsa. Agevolazioni fiscali e sconti sui servizi pubblici sono alcune delle misure adottate, ma su tutte c’è quella delle case abbandonate messe in vendita a prezzi stracciati. Un fenomeno che si sta diffondendo sempre di più, da Nord a Sud, e che sta suscitando molta attenzione.

Tra i paesi che di recente hanno messo in vendita le proprie case al prezzo simbolico di 1 euro c’è quello di Sambuca di Sicilia, in provincia di Agrigento, che ha pubblicato un vero e proprio bando. Sambuca, inoltre, non è un borgo qualunque, ma un centro bellissimo, con edifici storici, che nel 2016 è stato eletto il Borgo più Bello d’Italia, al concorso il Borgo dei Borghi trasmesso in tv su Rai3 al Kilimangiaro. Proprio per recuperare il suo patrimonio urbanistico e architettonico e per incentivare il turismo è stato lanciato il progetto delle case in vendita a 1 euro.

Ora su questa strada, Sambuca è stato seguito da un altro borgo siciliano storico: San Piero Patti, in provincia di Messina.

Un altro paese siciliano che anni fa aveva messo in vendita le sue case a 1 euro è Gangi, anche questo eletto Borgo più bello d’Italia e pluripremiato.

Case in vendita a 1 euro a San Piero Patti

San Piero Patti è un incantevole borgo siciliano della provincia di Messin, abitato da poco meno di 3000 persone. Come molti altri piccoli paesi, soprattutto al Sud Italia, rischia lo spopolamento e di diventare un paese fantasma, a causa della progressiva perdita di residenti. L’emigrazione dal Sud al Nord Italia ha toccato numeri spaventosi, da vero e proprio esodo e anche chi rimane al Sud si trasferisce nelle città più grandi, dove si trovano i servizi e maggiori opportunità lavorative. Un problema che è comune a molte zone d’Italia rurali o montane, dove l’economia di un tempo è sparita e il turismo non è arrivato o è marginale. Anche perché spesso si tratta di paesi non facilmente raggiungibili con le strade a disposizione, quindi emarginati o isolati.

case in vendita a 1 euro
San Piero Patti, Convento del Carmelitani Calzati (Filippo Accordino, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Così, come già avvenuto altrove, l’amministrazione comunale di San Piero Patti ha deciso di approvare il progetto delle “Case a 1 euro”, ormai un provvedimento che sta diventando un vero e proprio format. Il progetto è stato presentato in consiglio comunale dal gruppo di minoranza, ma incontrato subito l’approvazione di tutto il consiglio ed è stato approvato all’unanimità.

Il progetto delle case in vendita a 1 euro ha come obiettivo principale quello di fermare lo spopolamento del paese, ma anche quello di mettere in sicurezza e restaurare le abitazioni del centro storico da molto tempo abbandonate, di cui alcune pericolanti.

Prima di mettere in vendita le case al prezzo simbolico di un euro, l’amministrazione comunale provvederà al censimento delle abitazioni fatiscenti, quindi contatterà i loro proprietari, per ottenere la cessione degli edifici. Il Comune svolgerà le funzioni di intermediario immobiliare tra domanda e offerta. Agli acquirenti verranno offerte le case abbandonate a 1 euro, in cambio della loro ristrutturazione, delle cui spese si faranno carico gli acquirenti stessi, ma beneficiando di agevolazioni fiscali. In questo modo oltre all’acquisto delle case abbandonate e pericolanti verrà incentivato anche il loro recupero. Inoltre verrà favorita anche l’economia edile e artigiana del luogo, perché gli incentivi alla ristrutturazione andranno ai nuovi proprietari di case che si serviranno di imprese edilizie e manodopera locale nel ristrutturare gli edifici.

San Piero Patti, chiesa di Santa Maria Assunta (Filippo Accordino, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

L’obiettivo, infatti, non è solo quello di evitare lo spopolamento e recuperare gli edifici abbandonati, ma anche dare un impulso all’economia locale. Il restauro dei vecchi edifici avverrà nel rispetto del contesto urbano e dello stile architettonico del paese.

“L’abbandono delle case mette in difficoltà per la nostra economia e crea problemi per la sicurezza, con pezzi che cadono tra le vie del centro storico. Per questo, dove non interviene il privato, interviene il Comune”, ha spiegato Gian Luca Camuti, uno dei consiglieri di minoranza che hanno presentato il progetto.

Il paese di San Piero Patti si trova in una zona montuosa dell’entroterra della provincia di Messina, vicino al Parco dei Nebrodi e alla Riserva Naturale Orientata Bosco di Malabotta. Dista meno di 30 km da Marina di Patti, il suo sbocco sul mare sulla costa settentrionale siciliana.

Leggi anche –> Il paese della Svizzera che vi paga per andarci a vivere

Mappa di San Piero Patti (Messina)

A cura di Valeria Bellagamba