CONDIVIDI
laos
(screenshot video)

Un dramma si sta consumando in queste ore nel Laos, crolla una diga: centinaia di morti e dispersi dopo le piene improvvise causate dalle piogge.

Mancano all’appello centinaia di persone e un numero sconosciuto ha perso la vita dopo che una diga in costruzione è crollata nel Laos sud-orientale. Lo hanno riferito i media di stato. Il crollo della diga idroelettrica nella provincia di Attapeu, nella giornata di ieri, ha provocato inondazioni improvvise che hanno colpito sei villaggi, ha detto l’agenzia di stampa Lao.

Potrebbe anche interessarti –> Vacanze ad agosto, dove NON andare: i luoghi affollati, costosi e troppo afosi

La situazione nel Laos dopo cedimento della diga

Più di 6.600 persone sono state rese senzatetto dalle inondazioni, viene inoltre fatto sapere. Le foto mostravano gli abitanti dei villaggi bloccati sui tetti delle case sommerse e le barche che trasportavano le persone in salvo. “Il disastro ha provocato diverse vittime e ha lasciato centinaia di persone disperse”, ha riferito l’agenzia di stampa. La costruzione della diga Xe-Pian Xe-Namnoy è iniziata nel 2013 e avrebbe dovuto iniziare le operazioni commerciali l’anno prossimo.

Il principale azionista thailandese del progetto, Ratchaburi Electricity Generating Holding, ha dichiarato di aver ricevuto un rapporto da un operatore che gli diceva che una “diga da sella”, lunga 770 metri e alta 16 metri, era crollata. Diceva che continue piogge avevano portato “un alto volume d’acqua” a fluire nel bacino idrico. “Attualmente, Xe-Pian Xe-Namnoy Power Company Limited e le agenzie correlate hanno evacuato le persone che risiedono nell’area”, si legge ancora nella dichiarazione.

Leggi anche –> Thailandia, ragazzi intrappolati: Hollywood vuole girarci un film

Allarme dighe in Laos

Un portavoce di SK Engineering & Construction, una società sudcoreana con una partecipazione nel progetto, ha detto alla BBC che una piccola diga di rifornimenti – non la diga principale – era stata parzialmente persa a causa di “inaspettate precipitazioni intense”. Ha aggiunto: “Non conosciamo ancora la causa esatta, ma crediamo che parti della parte superiore della diga siano andate perdute… e che l’acqua sia traboccata dalla diga di approvvigionamento”.

I gruppi ambientalisti hanno precedentemente espresso timori sul programma idroelettrico del Laos e il suo potenziale impatto sulle comunità e sugli ecosistemi a valle delle dighe. Il primo ministro Thongloun Sisoulith ha rinviato le riunioni del governo e si è recato nella zona colpita nel distretto di Sanamxay con alti funzionari per monitorare i soccorsi, hanno riferito i media di stato. Le autorità locali hanno fatto appello agli enti governativi e ad altri soggetti per aiutare a fornire aiuti d’emergenza per le vittime come vestiti, cibo, acqua potabile e medicine.

Potrebbe anche interessarti –> Coste italiane a rischio scomparsa: scenario apocalittico