CONDIVIDI
(Gettyimages)

Francesca Totolo contro la Corte Penale Internazionale: “Finanziata da Soros e Bonino, tutti conoscono le sue malefatte”

Post durissimo di Francesca Totolo per il “compleanno” della Corte Penale Internazionale. Nel 1998, 20 anni fa, questa istituzione venne creata “per metter fine all’impunità per i peggiori crimini nel mondo”. Ma le polemiche intorno alla Corte sono state feroci e frequentissime, tanto che spesso è stata additata come asservita ai poteri forti e finanziata da George Soros, il ricco imprenditore e miliardario americano che ha donato centinaia di milioni di dollari a ONG che si occupano di diritti umani e che si è spesso impegnato in politica, suscitando l’ira dei cospirazionisti, che lo vedono come il male assoluto. La Totolo, che spesso prende posizione contro gli sbarchi di migranti, cita un articolo di elogio scritto da Huffington Post Italia nei confronti della Corte Penale Internazionale, e ne critica apertamente sia il contenuto che l’autore: “L’articolo di elogio di HuffPost Italia è stato scritto da Marco Perduca dei Radicali e dell’associazione Associazione Luca Coscioni, entrambe finanziate da Soros. Tutti conoscono le “malefatte” della Corte Penale Internazionale in Africa ed Europa, ma forse pochi sanno che a spingere per la sua creazione furono la Open Society Foundations di Soros e la sua sodale Emma Bonino, allora Commissario UE”.

Leggi anche — > Nuova strage di migranti, accuse alle Ong: “Propaganda sulla morte”

Francesca Totolo contro George Soros: chi è il miliardario americano “pietra dello scandalo”

Farà discutere il post di Francesca Totolo contro la Corte Penale Internazionale e contro George Soros, additato come il Male e ritenuto a più riprese responsabile di crimini contro l’umanità. Ma chi è George Soros e perché è così odiato dai cospirazionisti? Soros è uno dei trenta uomini più ricchi del mondo, un filantropo che ha donato una quantità inverosimile di denaro alle ONG impegnate nella difesa dei diritti umani e che ha spesso finanziato il Partito Democratico statunitense, come molti altri miliardari americani. Ma è proprio questa sua eccessiva generosità che viene vista come “sospetta” dai complottisti, che da sempre lo additano come burattino della famiglia Rotschild, quella che, sempre secondo le teorie conspiracy, terrebbe in mano le fila del mondo con il proprio potere occulto. Secondo la Totolo Soros è dietro anche alla Corte Penale Internazionale e alle sue “malefatte”. Una posizione che di sicuro farà discutere.