CONDIVIDI
pilota
(Web)

Il co-pilota fuma in cabina, l’aereo rischia di precipitare per colpa sua: terrore a bordo. 

Si è preso un rischio enorme non si sa ancora quanto consapevolmente il co-pilota di un volo Air China che ha deciso di fumare la sua sigaretta elettronica in cabina. Fin qui tutto sommato niente di male né di così pericoloso. Peccato che per evitare che l’odore entrasse in circolo e finisse in cabina a tutti i passeggeri ha deciso di disconnettere il riciclo dell’aria ma ha sbagliato interruttore e ha spento l’aria condizionata. Il tutto senza avvisare il comandante e contravvenendo ad una legge del 2006 oltre che ad una delle più elementari norme di volo.

Leggi anche –> Ryanair, terrore a bordo del volo Dublino-Zara: il video delle maschere che scendono

Il suo gesto scriteriato, come riporta anche il sito internet della CNN,  ha provocato l’immediata apertura delle maschere d’ossigeno che sono apparse improvvisamente davanti a tutti i passeggeri creando il panico a bordo e la caduta libera di oltre 6mila metri del velivolo. La perdita di quota è stata interrotta con la riattivazione dell’aria condizionata e l’aereo ha poi ripreso quota con grandi turbolenze e non senza problemi.

Il co-pilota del volo che da Hong Kong stava portando alla città cinese di Dalian, autore di questo grave errore, è stato oggetto d’inchiesta e verrà sottoposto ad un severo provvedimento disciplinare interno con una presumibile sospensione dal servizio per qualche tempo.

Leggi anche –> Panico sul volo Ryanair, atterraggio d’emergenza a Francoforte