CONDIVIDI

meteo

L’Italia sotto il ciclone: temporali e grandinate. Poi le previsioni meteo assicurano: torna il gran caldo

E’ stato un weekend di fuoco quello appena passato del 14 e 15 luglio con temperature bollenti e picchi di 40 gradi da Nord a Sud. Ma subito, come previsto dai meteorologi, è arrivata la perturbazione atlantica a spazzare via il caldo e il sole dell’anticiclone africano. Il Nord se la sta vedendo già da parecchie ore con un forte maltempo: grandinate, temporali e perfino una tromba d’aria. Poi toccherà al Centro Italia dove sono previste precipitazioni intense e infine sarà il turno del Sud.

Leggi anche -> Meteo, arriva il maltempo, allerta protezione civile: dove sono attesi i temporali

L’anticiclone Africano sarà quindi spazzato via dal maltempo, ma come sempre in quest‘estate 2018, niente dura più di qualche giorno. Infatti anche quest’ondata di maltempo durerà poco per poi ridare spazio al bel tempo, caldo e soleggiato. Se in queste ore di pioggia le temperature subiranno un abbassamento anche di 10 gradi, già da mercoledì le massime torneranno sui 30 gradi.

Saranno quindi giorni di caldo piacevole, ma senza eccessi. Ma attenzione: un nuovo anticiclone africano si profila all’orizzonte.

Leggi anche -> Meteo agosto 2018: quando farà più caldo

Torna il caldo a luglio 2018: massime a 40 gradi

Quella di sabato scorso è stata eletta giornata più calda dell’estate 2018. Forse un appellativo dato con troppa fretta, visto che l’anticiclone africano sembra pronto ad espandersi nuovamente investendo l’Italia e facendo rialzare la colonnina di mercurio verso temperature vertiginose.

Gli esperti de ilmeteo.it ritengono infatti che il prossimo fine settimana, quello del 21-22 luglio l’anticiclone africano potrebbe raggiungerci soffiando aria caldissima sul nostro Paese. O meglio su buona parte. Già perché al Nord l’instabilità presente – temporali attesi sui settori prealpini – terrà a bada l’anticiclone. Questo invece potrà colonizzare il Centro ed il Sud Italia dove nelle zone interne del meridione le temperature potrebbero toccare i 40 gradi. Meglio sulle coste grazie alla ventilazione del mare, male invece nelle grandi città per via dell’afa.

Ma anche questa ondata di super caldo non durerà che pochi giorni, se non addirittura solo un paio. Poi l’anticiclone si ritirerà e nuove perturbazioni atlantiche potrebbero prendere nuovamente il sopravvento.