CONDIVIDI

Tredici 2: la serie di Netflix sul suicidio di Hannah Baker torna con una seconda stagione. Cosa sapere su 13 reasons why 2.

Su Netflix, ormai un anno fa, era uscita la serie 13 Reasons Why, tradotta poi Tredici in Italia, che raccontava tramite sette audiocassette, i motivi per cui Hannah Baker, una adolescente problematica si era suicidata. Tredici è una serie tv di Netflix molto controversa, accusata anche di aver reso in qualche modo il suicidio attraente per i giovani (anche se a noi non sembra proprio) il cui scopo iniziale era, ed è, quello di raccontare la tragicità del bullismo e le conseguenze pesanti che possono condurre i giovani alla depressione.

Tredici 2, i personaggi della serie

I personaggi di Tredici, che troviamo anche nella seconda stagione di 13 Reasons Why sono:

  • Justin Foley (Brandon Flynn)
  • Jessica Davis (Alisha Boe)
  • Alex Standall (Miles Heizer)
  • Tyler Down (Devin Druid)
  • Courtney Crimsen (Michele Selene Ang)
  • Marcus Cole (Steven Silver)
  • Zach Dempsey (Ross Butler)
  • Ryan Shaver (Tommy Dorfman)
  • Sheri Holland (Ajiona Alexus)
  • Mr. Porter (Derek Luke)
  • Bryce Walker (Justin Prentice)
  • Clay Jensen (Dylan Minnette)

Seconda Stagione di Tredici: la trama

La seconda stagione di Tredici si trasforma in una sorta di dramma legale in cui i ragazzi vengono chiamati in tribunale a ripercorrere le vicende narrate da Hannah nella prima stagione di 13 Reasons Why. Così facendo, con svariati flashback capiamo e aggiungiamo pezzi di trama, ripercorriamo quella atroce verità raccontata da Hannah Baker e spesso le nostre convinzioni crollano e se ne creano di nuove. Si pone molto l’accento sulla violenza sessuale, ricollegandoci all’annosa questione del #metoo che ha destato scalpore negli ultimi periodi e, ancora una volta, si cerca di raccontare come il bullismo sia una forma di violenza gravissima. Tant’è che alla fine degli episodi dei cartelli indicano a chi è vittima di violenza l’importanza di chiedere aiuto e non vergognarsi mai.