CONDIVIDI
(screenshot video)

Nuovo governo, consultazioni: Luigi Di Maio insieme alla delegazione dei 5 Stelle è stato ricevuto da Sergio Mattarella, cosa ha detto al termine dell’incontro.

Va avanti il lavoro di Movimento 5 Stelle e Lega per la messa a punto di quello che è stato definito un contratto di governo, in seguito all’accordo raggiunto qualche giorno fa. Queste ore sono cruciali: poco fa è arrivata al Quirinale la delegazione del Movimento 5 Stelle, guidata da Luigi Di Maio. Alle 18, salirà invece al Colle per conferire con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la delegazione della Lega guidata dal segretario Matteo Salvini. In serata, dunque, avremo la conferma riguardo al fatto che ci sia un presidente del Consiglio incaricato che dovrà presentarsi alle Camere per chiedere la fiducia.

Leggi anche –> Di Maio e Salvini ministri: trattativa per il presidente del Consiglio

Il Movimento 5 Stelle ricevuto da Mattarella

Nelle scorse ore, era stato indicato il nome di un altro ‘tecnico’, l’economista Giulio Sapelli. Il professore ordinario di Storia economica presso l’Università degli Studi di Milano ha confermato di essere stato interpellato e di aver dato disponibilità, ma all’interno del Movimento 5 Stelle avevano negato in maniera decisa questa ipotesi. Si è concluso l’incontro tra la delegazione dei 5 Stelle e il Capo dello Stato e al termine è stato riferito da Luigi Di Maio: “Abbiamo aggiornato il presidente della Repubblica riguardo al contratto di governo”. Poi ha sottolineato: “Sono orgoglioso dei punti che stiamo portando a casa” e ha elencato tra gli altri reddito di cittadinanza, carcere per chi evade, acqua pubblica.

Quindi il leader a 5 Stelle ha proseguito: “Siamo d’accordo con Matteo Salvini che nomi non ne facciamo”. Sostiene ancora Luigi Di Maio: “Stanno cambiando i riti della politica: prima parliamo dei programmi per gli italiani, poi dei nomi di chi li porterà avanti”. Infine ha concluso il suo intervento: “Siamo d’accordo che dobbiamo fare presto, ma vogliamo lavorare sui temi per poi poter dare un governo al Paese. Se parte questo governo, parte la Terza Repubblica”. Tra poco, arriverà al Colle Matteo Salvini.

Leggi anche –> Accordo M5S-Lega: l’ultima parola agli iscritti alla piattaforma Rousseau

A cura di Gabriele Mastroleo