CONDIVIDI
Salah Liverpool-Roma
Mohamed Salah (Getty Images)

Sarà Roma-Liverpool la semifinale di Champions League 2018: andiamo a scoprire gli inglesi di Klopp

Adesso è ufficiale. Dopo giorni di attesa e di domande su chi potesse essere l’ultima avversaria della Roma prima della finale di Kiev, il sorteggio delle semifinali di Champions League tenutosi a Nyon alle ore 13 ha finalmente decretato: la semifinale di Champions League sarà Roma-Liverpool. Evitato quindi il Real Madrid, evitato il Bayern Monaco, arriva la squadra forse meno blasonata ma forse anche la più “desiderata”, visto che le altre due sono autentici mostri sacri. Stuzzicante poi la possibile rivincita della finale del 1984 per i giallorossi a caccia della finale.  L’altra semifinale, pertanto, sarà Real Madrid-Bayern Monaco.

Una “pescata” affascinante, non c’è che dire. Certo, ormai arrivati a questo punto non si può pensare ci siano avversarie più abbordabili e altre meno: arrivati in semifinale di Champions League si inizia a pensare soltanto alla finale di Champions League, a Kiev, a tutti i riflettori del mondo puntati su di sé. Ecco perché l’avversaria di semifinale diventa soltanto un impiastro, uno sgradito ostacolo verso quello che è ormai l’unico obiettivo pensabile. Arrivare in fondo e provare ad alzare la Coppa dei Campioni. Il sorteggio Champions ha decretato che la semifinale di Champions League sarà Roma-Liverpool.

Andiamo quindi a scoprire il Liverpool di Jurgen Klopp, prossimo avversario in Champions della Roma di Di Francesco.

Semifinali Champions League, sarà Roma-Liverpool: un profilo dei Reds di Klopp

E dunque, Roma-Liverpool per le semifinali di Champions League. Una squadra molto complicata da affrontare, quella di Klopp, che attraversa momenti di straordinaria ispirazione arrivando a compiere imprese epiche, un po’ come lo straordinario doppio ko rifilato al Manchester City di Guardiola, che sulla carta sembrava imbattibile. Da quando è arrivato Klopp il Liverpool sembra vivere una seconda vita, dopo tanti anni senza successi e tante grosse delusioni. Merito principalmente dell’allenatore tedesco, certo, ma anche di alcuni calciatori che stanno attraversando il momento più brillante della propria carriera. E come non partire da Mohamed Salah, che il Liverpool ha acquistato proprio dalla Roma la scorsa estate per circa 40 milioni e che ad Anfield è esploso, regalando una quantitativo impressionante di gol e assist e diventando uno degli attaccanti più forti d’Europa. Stagione impressionante, con 39 reti e 13 assist. Ora Salah è uno dei più corteggiati al mondo ma dietro di lui c’è una squadra che fa davvero paura. Da Firmino a Mané passando per il “promesso sposo” juventino Emre Can, il Liverpool di Klopp è una squadra che non deve assolutamente essere presa con le molle e che va affrontata con grandissimo rispetto. Insomma, iniziate a cercare i voli per Liverpool e preparatevi ad un Liverpool-Roma entusiasmante. La rosa del glorioso club inglese è infarcita di campioni di classe mondiale: batterli sarebbe un’impresa fantastica, alla pari di quella che la Roma ha compiuto con il Barcellona.

Semifinali Champions, Roma-Liverpool: le probabili formazioni

E quindi, anche se la prima sfida sarà fra 10 giorni, possiamo anche provare ad abbozzare le probabili formazioni di Roma-Liverpool sulla base di quelle che sono le formazioni-tipo degli ultimi tempi. Al 4-3-3 di Di Francesco, Klopp opporrà probabilmente un modulo quasi speculare, con caratteristiche piuttosto diverse da parte degli interpreti. In effetti quello dei reds diventa quasi un 4-1-4-1, con Henderson vertice basso ed Emre Can che ha probabilmente chiuso la stagione in anticipo, causa infortunio, quindi il suo posto sarà preso probabilmente da Oxlade-Chamberlain o dall’olandese Wynaldum. Possibile qualche variazione sul tema, ma lo scopriremo solo col passare dei giorni.

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Fazio, Manolas, Kolarov; Strootman, De Rossi, Nainggolan; Under (Perotti), Dzeko, El Shaarawy (Schick). All. Di Francesco

Liverpool (4-3-3): Karius, Arnold (Clyne), Van Dijk, Matip (Lovren), Robertson; Henderson, Milner (Wynaldum), Chamberlain (Wynaldum); Manè, Salah (Firmino), Firmino (Salah). All. Klopp