CONDIVIDI

Cibo a regola d’arte, grandi chef a Milano. L’evento gastronomico da non perdere.

Grandi chef come Massimo Bottura e Bruno Barbieri, pasticceri rinomati come Iginio Massari, critici enogastronomici, personaggi dello spettacolo e tanti amanti della buona cucina. Sono i protagonisti di “Cibo a regola d’arte”, la tre giorni dedicata alla cucina che si apre oggi a Milano, all’Unicredit Pavilion. Una rassegna con grandi nomi, anche se il primo protagonista su tutti sarà il cibo, preparato a regola d’arte, perché la buona cucina è prima di tutto cultura, una cultura fortemente radicata nel territorio e nelle abitudini degli italiani.

Grandi Chef e pasticceri a Milano per ‘Cibo a regola d’arte’

Una rassegna delle grandi occasioni dove all’importanza dell’evento si unisce il prestigio dei partecipanti. Stiamo parlando della tre giorni di “Cibo a regola d’arte”, rassegna dedicata alla buona cucina, organizzata dal Corriere della Sera, che si tiene dal 23 al 25 marzo a Milano, all’Unicredit Pavilion, in piazza Gae Aulenti.

Tanti i nomi famosi tra i partecipanti, ben 300 tra scrittori, chef, maestru pasticceri, giornalisti, critici e cultori del buon cibo come Carlo Petrini, il fondatore di Slow Food.

Degustazioni, show cooking, incontri pubblici, laboratori, anche per bambini, e lezioni di cucina con i grandi chef animeranno la golosa tre giorni milanese con ben 250 eventi. Un weekend all’insegna del gusto e della buona cucina, la passione irresistibile degli italiani.

Tanti gli chef famosi che parteciperanno alla rassegna, alcuni dei quali abbiamo imparato a conoscerli tramite i programmi tv, dai talent show alle trasmissioni dedicate alla cucina. Vere e proprie star come i personaggi dello spettacolo, gli chef oggi sono oggetto di un piccolo culto popolare, amati, riveriti, invidiati e imitati. Sempre più persone sognano di diventare stelle della cucina come i loro idoli.

Tra i nomi di grido che parteciperanno a “Cibo a regola d’arte” ci saranno gli chef Massimo Bottura, Bruno Barbieri, Antonia Klugmann,Alessandro Borghese e Chef Rubio. Tra i maestri pasticceri protagonisti della rassegna, segnaliamo il popolare Iginio Massari, che ha appena inaugurato una pasticceria a Milano, e Luigi Biasetto.

Il comune denominatore della rassegna è promuovere una cucina buona, golosa e sana.

Cibo a Regola d’Arte è il grande evento del Corriere della Sera dedicato al mondo della cucina – si legge sul sito web del Corriere. Ogni anno invitiamo chef, produttori, pasticceri, maestri pizzaioli, panificatori, ma anche scrittori ed esperti di gastronomia per raccontare novità, tendenze ed evoluzione del settore a partire da un tema ben preciso che cambia a ogni edizione. Una tre giorni di dibattiti, performance e discussioni in cui il cibo diventa il canale per raccontare, in modo alto ma anche divertente (e pratico), la nostra cultura. Con l’obiettivo di fare informazione e divulgazione, perché l’alimentazione, e quello che le sta intorno, riguarda tutti noi. Ogni anno sui palchi della manifestazione si alternano Masterclass, Talk, corsi di cucina, degustazioni guidate e laboratori per bambini”.

I numeri di Cibo a regola d’arte:

  • 100 ore di degustazione
  • 250 eventi
  • 300 ospiti
  • 120 chef

Una rassegna da leccarsi i baffi e da non perdere per nulla al mondo. Per informazioni e per iscriversi a cori e lavoratori, vi rimandiamo alla pagina web ufficiale di Cucina a regola d’arte. Da tenere d’occhio anche il profilo Instagram della rassegna con tante foto golose dei cibi esposti.

Sempre a Milano, vi ricordiamo la recente apertura del nuovo ristorante dello chef Carlo Cracco, Cracco in Galleria, che ha subito suscitato discussioni e polemiche per la sua versione della Pizza Margherita.

Di Valeria Bellagamba