CONDIVIDI
Affluenza Elezioni 2018 Renzi ha votato
Affluenza Elezioni, Votazioni Politiche 2018, Domenica 4 Marzo 2018:
 affluenza in aumento rispetto al 2013.
Gli italiani stanno andando a votare. Al momento l’affluenza alle urne è maggiore di quanto si registrò alla medesima ora nell’ultima tornata elettorale del 2013, ma in quell’occasione i seggi erano aperti anche lunedì mattina, quindi il dato è viziato. In ogni caso alle ore 12 la percentuale di affluenza è stata del 19,38%.

Una domenica di elezioni iniziata in maniera caotica e con molte polemiche per le schede errate consegnate a Palermo e con file lunghissime ai seggi. Nel capoluogo siciliano ci sono state le proteste dei cittadini  per i ritardi nell’apertura di diversi seggi elettorali a causa della distribuzione delle schede, circa 200mila – che sono ristampate nella notte, a causa di un errore. Ma nonostante i problemi ai seggi l’affluenza è alta in tutto lo Stivale e nel corso della giornata si prevede che saranno milioni gli italiani che eserciteranno il loro diritto di voto.
La stima per l’affluenza infatti è ottimista tanto che sembra che si possa raggiungere e forse superare la soglia del 70%. Nel 2013  si recarono alle urne il 75,19% degli aventi diritto. Uno dei timori di questa tornata elettorale era proprio la possibile scarsa affluenza per via di un palesato disinnamoramento degli italiani nei confronti della politica, ma a quanto pare sembra un timore infondato.
Gli italiani chiamati al voto sono poco più di 46 milioni e mezzo di elettori. Di cui 43 milioni voteranno anche per il Senato della Repubblica. Da queste elezioni si eleggeranno 618 deputati, 309 senatori, 18 parlamentari esteri.

Il nostro Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha votato poco dopo le 8:30, nella sezione 535 della scuola Giovanni XXIII del quartiere Libertà proprio a Palermo.
Poco fa anche Matteo Renzi ha espresso il suo voto.

 

I NUMERI delle Elezioni Politiche 2018:
In dettaglio gli elettori per la Camera (diritto di voto dai 18 anni compiuti) sono 46.604.925, di cui 22.430.202 maschi e 24.174.723 femmine; per il Senato (diritto di voto dai 25 anni) sono 42.871.428, di cui 20.509.631 maschi e 22.361.797 femmine. Eleggeranno 618 deputati e 309 senatori. Le sezioni elettorali attive saranno 61.552.

VOTANTI ALL’ESTERO: Gli elettori della circoscrizione estero – al voto in anticipo e fino a giovedì prossimo, 1 marzo – sono per la Camera 4.177.725, per il Senato 3.791.774. Con il voto all’estero saranno eletti rispettivamente 12 deputati e 6 senatori.

RIPARTIZIONE SEGGI: La nuova disposizione denominata ‘Rosatellum’ – prevede un sistema elettorale misto sia alla Camera che al Senato: 1/3 dei seggi è assegnato con il sistema maggioritario e 2/3 con il sistema proporzionale.
Mentre con il sistema maggioritario viene eletto un solo candidato in ciascun collegio, (quello che ottiene più voti).
Con il sistema maggioritario verranno assegnati 232 seggi alla Camera dei Deputati e 116 seggi al Senato della Repubblica.
L’assegnazione dei restanti seggi del territorio nazionale (386 alla Camera e 193 al Senato) avviene con il metodo proporzionale in collegi plurinominali.

Leggi anche: Elezioni 2018 in diretta live, aggiornamenti, affluenza votanti, exit poll, risultati

Leggi anche: ecco i leader politici che hanno votato e dove

Leggi anche: Alle 23:00 il primo Exit Poll