CONDIVIDI
Strada ghiacciata (iStock)

Gelicidio: autostrade chiuse e treni sospesi. Le previsioni meteo. Come annunciato, è arrivata la pioggia gelata, che sta creando disagi su strade, autostrade e ferrovie. Il fenomeno è noto con il nome di gelicidio.

Il maltempo continua ad imperversare sull’Italia. Se le nevicate sono cessate al Centro Italia, ora è il Nord ad essere interessato dalla neve, che dopo la spruzzata di ieri, oggi è tornata a scendere su Milano. Il problema ore, più che la neve è il ghiaccio, con la caduta su larga parte del Centro-Nord della pioggia gelata che forma subito uno strato di ghiaccio appena tocca terra. Il fenomeno si chiama gelicidio ed è molto pericoloso per i veicoli.

La situazione meteo sull’Italia e le previsioni per le prossime ore

Gelicidio: autostrade chiuse e treni sospesi

Oggi la pioggia gelata ha ha creato subito disagi, obbligando alla chiusura di alcuni tratti autostradali, per difficoltà di accesso alle rampe, soprattutto da parte dei mezzi pesanti. La chiusura più importante è quella dell’autostrada A1 è stata chiusa in entrambe le direzioni da Milano a Sasso Marconi, poco dopo Bologna in direzione sud.

Poi sono stati chiusi al traffico alcuni tratti delle autostrade in Emilia Romagna: chiuso il raccordo A1-A14 Bologna-Casalecchio, in entrambe le direzioni di marcia; chiusi i tratti anche dell’A13.

Nel dettaglio, i tratti di autostrada chiusi per pioggia gelata:

  • A1 Milano-Napoli tra il bivio per la A58 Tangenziale est esterna di Milano e Sasso Marconi in entrambe le direzioni,
  • A14 Bologna-Taranto tra Bologna San Lazzaro e Cattolica in entrambe le direzioni,
  • Diramazione di Ravenna intero tratto,
  • Raccordo di Bologna Casalecchio l’intero tratto,
  • A13 Bologna-Padova tra bivio A14 e Ferrara Sud

Sui tratti chiusi per pioggia gelata, in collaborazione con la Polizia Stradale e i mezzi di Autostrade per l’Italia, è in atto la safety car.

Autostrade per l’Italia sconsiglia di mettersi in viaggio verso le aree interessate.

Sull’Emilia Romagna il gelicidio “perdurerà fino alla tarda mattinata di oggi sull’intera area”.

È stata invece riaperta, nelle prime ore del giorno, l’autostrada A12 fra i caselli di Sestri Levante e di La Spezia, chiusa ieri sera per il ghiaccio. Rimane invece sconsigliato, sempre per il ghiaccio, il transito sulla strada alternativa dell’Aurelia del passo del Bracco, che unisce le province di Genova e di La Spezia.

Riguardo alla circolazione ferroviaria, sono stati sospesi per ghiaccio i treni sulle linee: Genova-Milano, Genova-Torino, Genova-Savona e Parma-La Spezia. La sospensione della circolazione ferroviaria si è resa necessaria perché il gelicidio ha ghiacciato le linee di alimentazione elettrica dei treni, comunica Rfi. Comunque, in Emilia Romagna e in Veneto, dove era prevista per oggi un’offerta dell’80%, i treni stanno viaggiando regolarmente anche con percentuali maggiori. Sulla restante rete regionale la circolazione procede con regolarità. Garantito il 100% dell’offerta dei treni ad alta velocità.

L’aeroporto Marconi di Bologna funziona regolarmente, nonostante qualche ritardo e alcune cancellazioni di voli a causa del ghiaccio.

Previsioni meteo: ancora gelicidio e pioggia

Stando alle previsioni meteo per le prossime ore, il rischio di gelicidio rimarrà alto fino al primo pomeriggio di oggi, venerdì 2 marzo, in gran parte dell’Emilia Romagna, soprattutto nella parte centro-orientale (Bolognese, Imolese, Ferrarese, Modenese e Romagna interna), sul Levante Ligure interno, sul basso Veneto (area di Rovigo) e in mattinata tra alte Marche e zone interne settentrionale toscane.

Sta nevicando su Milano, ma con una neve leggera che non crea problemi. La circolazione è regolare e solo sull’A7, nel Pavese, sta nevicando in modo più intenso.

Il maltempo continuerà ad interessare l’Italia, soprattutto il Nord-Ovest con perturbazioni in arrivo dalla Francia, che tuttavia non porteranno l’aria gelida come abbiamo visto negli ultimi giorni con Buran. Le correnti atlantiche, infatti, sono più miti. Sulla Penisola transiteranno correnti umide che porteranno tempo instabile e per lo più precipitazioni a carattere piovoso, salvo ancora qualche nevicata sulle regioni di Nord-Ovest.

Finirà il freddo gelido fuori stagione, ma prima avremo ancora qualche fenomeno di gelicidio al Nord.

Le regioni del Centro-Nord saranno attraversate da una prima perturbazione che porterà precipitazioni diffuse, con nevicate a tratti in pianura su Lombardia, Piemonte ed entroterra della Liguria, a Genova le neve nelle prossime ore si trasformerà in pioggia. Nevicate più intense e con accumuli di circa 10 cm sono previste sull’Appennino settentrionale e sulle Prealpi lombarde, più consistenti, fino a 30 cm, gli accumuli sulle Alpi marittime.

Sulle pianure di Nord-Est la neve diventerà pioggia, ma le temperature gelate provocheranno il temuto gelicidio su Basso Veneto, ed Emilia Romagna centro-orientale.

Al Centro arriveranno le piogge, che dovrebbero sciogliere ghiaccio e neve. Attese  piogge intense, anche a carattere di rovescio su versante tirrenico, zone interne della Toscana, sull’Umbria, sulla dorsale appenninica centrale, sulle zone appenniniche campane e sull’alta Calabria tirrenica

Per la giornata di sabato 3 marzo è attesa una seconda perturbazione sull’Italia, che interesserà in particolare la Sardegna, le zone tirreniche, le alte Marche e la Pianura Padana. Sul Nord-ovest ci saranno ancora nevicate in pianura, ma a tratti e con quota neve in rialzo

Domenica 4 marzo, ci sarà una terza perturbazione che interesserà ancora l’Italia occidentale.

Le temperature sono ovunque in rialzo, anche se farà ancora freddo in pianura al Nord, mentre al Sud le massime potranno raggiungere fino a 20 gradi.