Rimborsi treni per maltempo: come fare con Trenitalia e Italo

Come fare per ottenere il rimborso del biglietto del treno di Trenitalia e Italo per il maltempo. Il rimborso per i treni cancellati o in ritardo

L’ondata di maltempo che ha colpito l’Italia in questi ultimi giorni, portando tantissima neve pressoché ovunque, ha creato numerosi disagi, soprattutto alla circolazione ferroviaria. Treni in ritardo, treni cancellati, passeggeri in attesa anche di ore alla stazione o fermi dentro il vagone in mezzo alla neve. Una situazione difficile e ancora non risolta. Infatti anche per giovedì 1 marzo, per via delle abbondanti nevicate che stanno interessando il Nord Italia, sono stati soppressi alcuni treni e altri viaggiano con ritardo.

Trenitalia e Italo hanno reso noto l’indennizzo per i passeggeri che hanno subito ritardi, cancellazioni o che hanno dovuto rinunciare proprio al viaggio. Rimborsi che sono sempre validi durante l’anno e stabiliti da normative europee, ma vista l’eccezionalità dell’evento e dei disagi, le due compagnie hanno ampliato le condizioni di rimborso fino alla restituzione totale della somma del biglietto. Ecco come fare e come funziona il rimborso del biglietto e le condizioni previste dalla compagnie.

Trenitalia rimborso biglietti per maltempo

Trenitalia rimborserà i viaggiatori che hanno subito disagi sui suoi treni per il maltempo in base a queste condizioni.
Per chi ha dovuto rinunciare al viaggio sui treni a lunga percorrenza per via del maltempo e per chi è giunto a destinazione con ritardi superiori alle 3 ore è previsto il rimborso integrale del biglietto.
Per i ritardi delle Frecce comprese entro i 59 minuti è previsto un bonus del 25 % del prezzo del biglietto per acquistare entro 12 mesi un nuovo biglietto.
Tra i 60 e i 119 minuti di ritardo un indennizzo del 25%. Oltre i 120 minuti un indennizzo del 50%

Per richiedere l’indennità si ha tempo da 24 ore dopo il viaggio ed entro i 12 mesi attraverso il form sul web del sito Trenitalia, per i biglietti acquistati online attraverso il ‘richiedi indennizzo’ una volta rientrati nel proprio percorso di viaggio o area riservata; presso l’agenzia di viaggio che ha emesso il biglietto; presso qualsiasi biglietteria Trenitalia.
Per i treni regionali va scaricato dal sito di Trenitalia il modulo di richiesta e va spedito per posta alla Direzione Regionale o Provinciale.

Italo rimborso biglietti per maltempo

Come per Trenitalia anche la circolazione dei treni di Italo è stata fortemente compromessa dal maltempo: scambi non funzionanti in quanto ghiacciati, disfunzioni elettriche, neve sui percorsi. Per questi motivi Italo ha reso note le sue condizioni di rimborso per i viaggiatori che hanno subito ritardi o non sono potuti partire.

Per i ritardi superiori ai 60 minuti l’indennizzo è del 50% del prezzo del biglietto. Per ritardi superiori ai 120 minuti e per chi ha rinunciato al viaggio per le condizioni meteo avverse è previsto l’indennizzo integrale del biglietto.

Il rimborso avverrà in maniera automatica entro 30 giorni con un riaccredito erogato tramite Credito Italo, voucher o per gli iscritti al programma Italo Più tramite il borsellino Italo. In ogni caso è a disposizione Pronto Italo allo 060708 per ottenere il rimborso o concordare un nuovo viaggio.

Autore: Cini Silvia

Previous articleSpiagge del Salento: le dieci spiagge più belle della costa ionica da Taranto a Leuca
Next articlePrevisioni meteo marzo: quando finisce il freddo e arriva la primavera
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.