CONDIVIDI
freddo neve
ROBERT ATANASOVSKI/AFP/Getty Images

E’ iniziato l’inverno meteorologico. E a dirlo non sono solo gli esperti del meteo, ma abbastanza affacciarsi dalla finestra. Già perché come previsto da alcuni giorni all’ingresso ufficiale dell’inverno corrisponde una forte ondata di maltempo che porterà neve al Nord, anche in pianura, e nubifragi al Centro. E nel frattempo la colonnina di mercurio scenderà ulteriormente portandosi sotto zero in molte regioni.

Un inizio di inverno così freddo fa pensare che forse le previsioni sull’inverno 2017/18 lanciate qualche mese addietro non sono poi così irrealizzabili. In quelle previsioni a lungo termine si ipotizzava di un inverno freddissimo e con molte nevicate anche a basse quote. E se l’inverno inizia così già dal 1 dicembre, forse quelle previsioni ci azzeccheranno.

Ma al di là di quello che succederà concentriamoci su questo fine settimana all’insegna del maltempo. Una forte perturbazione riguarderà infatti tutta l’Europa Centrale, Italia compresa. Nell’arco di poche ore ci ritroveremo gettati in pieno inverno a fare i conti con nevicate e piogge torrenziali.

Meteo weekend: neve e pioggia

Una Bassa Pressione interesserà il nostro Paese portando neve abbondante al Nord e piogge al Centro. Le regioni settentrionali, specie quelle occidentali, saranno investite da molte nevicate, che come detto riguarderanno anche la pianura. Il Piemonte sarà la regione dove cadrà più neve, soprattutto nelle provincie di Cuneo e Torino dove sono attesi accumuli di circa 10 cm. Neve anche in Lombardia nella zona del Pavese mentre a Milano si avrà pioggia mista a neve. Accumuli di circa 7/8 cm sull’Emilia in particolare su Parma e Piacenza.  Anche la Liguria sarà interessata dalle nevicate: dapprima in quota 300 metri, poi mista a pioggia anche sulla costa. Nevicate più deboli sulle regioni orientali del Trentino e del Veneto.

Il Centro Italia sarà invece colpito dalle piogge. La Bassa Pressione formatasi sulla Liguria si muoverà nella notte fra l’1 e il 2 dicembre verso le regioni tirreniche scaricando nella giornata di sabato piogge fortissime che avranno il carattere di nubifragi specie sul Lazio meridionale e centrale. La Capitale per la giornata di sabato sarà alle prese infatti con fortissimi temporali.  Il maltempo nel corso della giornata si sposterà poi al Sud con temporali intensi su Campania e Calabria tirrenica e piogge su Puglia e Sicilia.

Domenica 3 dicembre il tempo migliora al Nord, mentre al Centro e in parte del Sud permangono ancora delle nuvole di pioggia. Acquazzoni sul Lazio, la Campania e la Calabria Tirrenica. Fitte nevicate sugli Appennini sopra quota 800 metri.

Lunedì 4 dicembre il maltempo lascia l’Italia. Qualche residua pioggia sui rilievi calabresi, mentre sul resto d’Italia splenderà un timido sole. Ma nessun cambiamento sul versante temperature che resteranno gelide.

Temperature: Italia sotto zero

Che sia iniziato l’inverno lo dicono anche le temperature. La colonnina di mercurio che già da fine novembre è scesa parecchio, continuerà la sua discesa sotto zero al Nord. Infatti le regioni settentrionali vivranno giorni davvero gelidi con valori termici ben al di sotto dello zero.

Ad Aosta e Torino la minima toccherà – 9 gradi, la massima sarà di appena 2 gradi! Milano e Bolzano – 3, Bologna -2. Al Centro Firenze 0 gradi, Roma 5 gradi, Perugia 1. Meglio al Sud con minime intorno ai 7 gradi (ad eccezione di Campobasso – 2 e Potenza 1). Palermo la più calda con massima di 14 gradi.

Queste temperature molto rigide non subiranno grosse modifiche nei giorni avvenire. Un leggero miglioramento termico al Nord e un leggero peggioramento al Centro, ma continuerà a fare freddo anche per tutta la prossima settimana.