CONDIVIDI

Paura questa notte a Norcia quando, una nuova scossa di terremoto, di magnitudo 3.2 ha svegliato tutti i cittadini della zona. Intorno alle 2:18 nei pressi del comune di Norcia appunto, la terra è tornata a tremare e l’epicentro si trovava a 4 km a nord-ovest della città, a una profondità di 9 km. Una seconda scossa è stata invece registrata alle 4:02 di notte non distante da Preci in provincia di Perugia e Castel Sant’Angelo sul Nera a Macerata.

La zona, purtroppo, non è nuova ai terremoti. Il Sindaco ha dichiarato che stanno continuando a fare delle verifiche ma per ora, fortunatamente, pare che non vi sia nessun danno: “Non abbiamo rilevato danni significativi o degni di nota” ha dichiarato Nicola Alemanno.

Dopo questa nuova scossa che ha svegliato e spaventato tutti i cittadini di Norcia, in termini di numeri questa è purtroppo la scossa numero 1079 tra il terzo è il quarto grado registrata in questa zona. Il Sindaco ha dichiarato: “Dire che siamo abituati è troppo ed è brutto, ma ormai abbiamo subito 75 mila scosse: la paura del terremoto è sopita dentro di noi non la supereremo mai”.

Terremoti in Italia: perchè la terra si muove?

Nei giorni scorsi ha tremato anche tutto il sud Italia, con oltre 20 scosse in 48 ore. Una vera e propria sequenza sismica che ha colpito l’Italia meridionale soprattutto il nord della Sicilia. L’istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha dichiarato che questa zona colpita è una delle più pericolose del nostro paese e che già nel passato ha subito terremoti di forte intensità. Dal 24 agosto ormai abbiamo imparato a conoscere perfettamente alcuni termini legati al mondo dei terremoti, come “faglia” e tutti gli altri termini tecnici. Sebbene i sismologi ripetano ovviamente quanto un evento sismico sia imprevedibile, le gente cerca sempre di capire cose sta succedendo e perchè si formano i terremoti. Queste famigerate faglie sono quelle che in un certo senso fanno muovere la Terra e causano questi eventi sismici. Solo nell’Appennino centrale pare ve ne siano 9. Ma cos’è la faglia? Si tratta di una frattura della crosta terrestre che divide due blocchi di roccia che si muovono in maniera opposta l’una rispetto all’altra creando così queste onde sismiche. Purtroppo quindi l’Italia, come altri paesi del mondo, sembra costretta a mettersi l’anima in pace e a convivere con questi terremoti che con cadenza, non regolare, ma comunque tragica, colpiscono il nostro paese.