CONDIVIDI
città d'arte
Spoleto, la Cattedrale (iStock)

L’Italia è piena di splendide città d’arte, luoghi da lasciare senza fiato che ci invidiano in tutto il mondo, ricchi di monumenti civili, religiosi e militari. In ogni angolo della nostra Penisola c’è una città o cittadina storica, un borgo antico, luoghi che custodiscono il segno e la memoria di un passato importante, dove riscoprire le nostre origini e il corso della nostra storia. L’autunno è la stagione perfetta per visitare questi luoghi, quando ancora non sono arrivati i rigori dell’inverso ed è piacevole stare all’aperto, specialmente nelle giornate assolate. È vero che i giorni si accorciano, ma ancora per buona parte del pomeriggio, almeno in ottobre, c’è luce e si può stare in giro. Si può approfittare del tardi pomeriggio per visitare i luoghi al chiuso, chiese, palazzi e musei, e magari fermarsi in un locale storico verso l’ora dell’aperitivo. Qui vogliamo proporvi una selezione di bellissime città d’arte italiane, che non fanno parte delle grandi mete turistiche. Fuori dalle grandi destinazioni di Roma, Venezia, Firenze, Milano e Torino esiste un’offerta vastissima di città medie meritevoli di essere visitate almeno una volta nella vita

Città d’arte italiane da visitare in autunno

Ecco una lista di imperdibili città d’arte italiane da visitare in autunno. Città medio-grandi o piccole, ognuna con le sue caratteristiche.

Spoleto

Spoleto, Umbria (iStock)

Magnifica città immersa nella campagna umbra, Spoleto è un centro d’arte e cultura, ricchissimo di monumenti a famoso per il Festival dei Due Mondi. Il centro storico, pieno di chiese e palazzi magnifici, è da visitare a piedi. Da visitare la Rocca Albornoziana del XIV secolo e il mastodontico Ponte delle Torri, costruito sull’antico acquedotto romano.

Bergamo

Bergamo, Piazza Vecchia (iStock)

Imperdibile l’elegante centro storico di Bergamo, sia nella Città Alta che in quella Bassa. La parte più caratteristica e ricca è Bergamo Alta, cinta dalle Mura Venete del XVI secolo, da poco elette Patrimonio Unesco. Da vedere la splendida Cappella Colleoni.

Ferrara

Ferrara, Castello Estense (iStock)

L’elegante città degli estensi è famosa per l’imponente Castello. Ferrara è una città da visitare a piedi o in bicicletta, in autunno, quando il caldo soffocante dell’estate se n’è andato e non è ancora arrivata la nebbia gelida dell’inverno. Da non perdere la visita alla Cattedrale e al Palazzo dei Diamanti.

Parma

Parma, piazza del Duomo (iStock)

Città signorile e opulenta, Parma ha una vasta offerta di palazzi, chiese e complessi architettonici di pregio. Da vedere la centrale Piazza Duomo, a Cittadella e il Palazzo Pilotta, con il magnifico Teatro Farnese ospitato al suo interno.

Lecce

Lecce, Piazza Duomo (iStock)

Chiamata la Signora del Barocco, Lecce è una meraviglia in ogni angolo. Perfetta da visitare in autunno, quando da queste parti è ancora caldo. Il cuore della città è la magnifica Piazza Duomo, ma sono numerosi gli angoli incantevoli e i monumenti e le chiese da visitare.

Benevento

Benevento, il Duomo (Decan, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Storica città longobarda, Benevento, nel cuore della Campania, è una meta troppo spesso sottovalutata. Eppure ha un centro storico molto bello, con molti monumenti storici e chiese da visitare, tra i resti dell’antica città romana e i palazzi e chiese di epoca medievale, per i quali Benevento ha ottenuto il Patrimonio Unesco del sito diffuso “Longobardi in Italia: i luoghi del potere“.

Ascoli Piceno

Ascoli Piceno, Piazza del Popolo (Foto di Flavia Cenciarini – Piazza del Popolo. Licenza CC BY-SA 2.0 via Wikimedia Commons)

La grandiosa Piazza del Popolo con la pavimentazione e gli edifici in travertino è la parte più bella e caratteristica di Ascoli Piceno. Qui affacciano il Palazzo dei Capitani del Popolo, da cui la piazza prende il nome, edificio di origine medievale con la caratteristica torre merlata, lo storico Caffè Meletti, dove fermarsi a sorseggiare la celebre anisetta (liquore a base di anice), i portici e in fondo alla piazza il lato destro e l’abside della chiesa gotica di San Francesco.Una città comunque tutta da esplorare, anche nei dintorni. Da vedere anche la Cattedrale di Sant’Emdio, in Piazza Arringo.

Siena

Siena, Piazza del Campo (YinYang, IStock)

Siena, sontuosa città medievale e rinascimentale, è famosa in tutto il mondo per la stupenda Piazza del Campo, dove in estate si corre il Palio, dominata dall’imponente Torre del Mangia. La città ospita molti edifici di pregio. Da vedere lo spettacolare Duomo di Santa Maria Assunta, splendido esempio di gotico toscano. La cattedrale conserva numerose opere d’arte di grande valore, realizzate da artisti che calibro di Michelangelo, Bernini, Donatello, Pinturicchio.

Viterbo

Quartiere medievale di San Pellegrino, Viterbo (iStock)

Viterbo è un’altra bellissima e imperdibile città d’arte, famosa per il suo centro storico medievale, rimasto intatto nel quartiere San Pellegrino, situato sul percorso della via Francigena e che ancora conserva torri e palazzi duecenteschi. Da vedere l’imponente Palazzo dei Papi, con la splendida loggia, e la Cattedrale di San Lorenzo. Agli elementi architettonici medievali si sono aggiunti nel corso dei secoli quelli rinascimentali

Cremona

Cremona (iStock)

Città del torrone e dei liutai, Cremona, nella bassa lombarda, ha un elegante centro storico, ricco di capolavori architettonici sui quali spiccano il Duomo, con i vicini Battistero e Torrazzo, secondo campanile storico più alto d’Italia dopo quello di Mortegliano, in provincia di Udine. La Cattedrale, intitolata a Maria Assunta, ha una meravigliosa facciata romanica. Tante le chiese e i palazzi va vedere.

Cividale del Friuli

Cividale del Friuli, Duomo e statua di Giulio Cesare (Wikipedia)

Città romana e longobarda, Forum Iulii, antico nome di Cividale del Friuli ospita la statua di Giulio Cesare ed è circondata di stupendi edifici longobardi, tra chiese e palazzi. Una meta spesso trascurata, ma una cittadina da visitare. I suoi monumenti longobardi sono stati compresi nel Patrimonio Unesco “Longobardi in Italia: i luoghi del potere“. Simbolo di Cividale è il Ponte del Diavolo, ponte in pietra che attraversa il fiume Nastione ed è alto 22,50 metri.

Vicenza

Vicenza, Basilica Palladiana (iStock)

Elegante città veneta, spesso messa in ombra da Venezia, Verona e Padova, Vicenza ha un bellissimo centro storico, con una grandissima quantità di monumenti, chiese e palazzi storici, dove spiccano i monumenti palladiani, dell’architetto Andrea Palladio, il più famoso di tutti è la Basilica Palladiana. Il centro storico e le ville palladiane fuori città hanno ottenuto il Patrimonio Unesco a metà degli anni ’90. Il centro di Vicenza è racchiuso dalle mura altomedievali è formato da borghi medievali, edifici rinascimentali e barocchi. Il cuore della città è Piazza dei Signori.

Catania

guida di catania
Catania, Duomo di Sant’Agata (iStock)

In questo elenco di città d’arte, Catania è la città più grande, quasi una metropoli e una meta molto visitata. L’abbiamo comunque voluta inserire nell’elenco, perché meta perfetta da visitare in autunno, grazie al clima gradevole in Sicilia in questa stagione, che favorisce la visita a piedi della città e dei suoi magnifici monumenti barocchi. Da non perdere l’escursione al vicino Etna e una visita alla Riviera dei Ciclopi. Molti sono i voli low cost che partono da tutta Italia per Catania.

Ravenna

Basilica di San Vitale a Ravenna (Ruge, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Ravenna, la stupenda città dei mosaici capitale dell’Impero Bizantino in Italia è perfetta per una visita autunnale. facilmente raggiungibile in treno da Rimini e Bologna, Ravenna ha un incantevole ed elegante centro storico, con molte chiese importanti che ospitano i mosaici più belli del mondo. Da vedere anche la tomba di Dante Alighieri.

Cagliari

Cagliari (seraficus, iStock)

L’autunno è la stagione ideale per visitare il bellissimo centro storico di Cagliari, che ospita numerosi monumenti di pregio. Da vedere la parte alta della città, il Castello, Castéddu, qui è da visitare la Cattedrale di Santa Maria Assunta e di Santa Cecilia, con la facciata in stile romanico pisano, il Bastione di Saint Remy e il Museo archeologico. Da vedere anche i numerosi palazzi Liberty.

Asti

Battistero di San Pietro in Consavia, Asti (Marco Caramagna, CC BY-SA 4.0, Wikipedia)

In Piemonte consigliamo la città di Asti, famosa per lo spumante e i suoi vigneti, la città ha un bel centro storico con molti monumenti interessanti, il suo patrimonio artistico ed architettonico è secondo in Piemonte solo alla città di Torino. Da visitare la Cattedrale di Santa Maria Assunta, in stile gotico, le cripte di Sant’Anastasio e San Secondo, insieme alla bellissimo complesso della chiesa di San Pietro in Consavia con il Battistero.

Urbino

Urbino, Palazzo Ducale (iStock)

Altro centro storico Patrimonio Unesco la città di Urbino è uno dei massimi esempi di città rinascimentale italiana, non a caso è la città natale del pittore Raffaello Sanzio. L’imponente Palazzo Ducale con i caratteristici torricini accoglie i visitatori che arrivano in città. Tra fortificazioni, palazzi e chiese c’è davvero tanto da vedere. Palazzo Ducale è anche sede della Galleria Nazionale delle Marche. Anche a Urbino c’è una Fortezza Albornoz, dal nome del cardinale spagnolo Egidio Albornoz.

Sulmona

Sulmona (IStock)

Chiudiamo con Sulmona, cittadina nel cuore d’Abruzzo a ridosso del Parco Nazionale della Majella. Famosa per i confetti e per aver dato i natali al poeta Ovidio, Sulmona ha antichissime origini. Ospita nelle vicinanze gli scavi archeologici del tempio di Ercole Curino, mentre il suo centro storico è medievale, con il famoso acquedotto Svevo e le chiese romaniche e gotiche, tra cui ricordiamo la Cattedrale di San Panfilo, risalente al 1075, e la chiesa di Santa Maria della Tomba e il Complesso della Santissima Annunziata, monumento nazionale.

VIDEO: Spoleto

Valeria Bellagamba