CONDIVIDI
voli cancellati da ryanair
Voli cancellati da Ryanair @Getty Images

È ancora caos per i voli cancellati da Ryanair. Mentre la compagnia low cost irlandese corre ai ripari, rassicurando i propri clienti e offrendo rimborsi, i disagi continuano in tutta Europa, così come le polemiche. Ryanair ha pubblicato la lista completa dei voli cancellati fino al 28 ottobre, il periodo interessato dalle cancellazioni massicce.

Per la compagnia non è un bel momento, con il grave danno di immagine dovuto a questo provvedimento improvviso, il forte calo in borsa del titolo e la rincorsa ai piloti offrendo loro un bonus di 12mila euro non si sa bene se come compenso in sostituzione delle ferie non godute o per tenerli in azienda visto che pare l’emorragia di piloti più che alle vacanze sia attribuibile alla fuga verso altre compagnie che offrono stipendi e condizioni di lavoro migliori. Sta di fatto che i più penalizzati rimangono i passeggeri che viaggiano con Ryanair in l’Europa per lavoro o vacanza. Tra loro tantissimi italiani. Scopriamo insieme i voli cancellati oggi e domani in Italia e tra l’Italia e il resto d’Europa.

Voli cancellati da Ryanair: in Italia

Ecco i voli cancellati da Ryanair in Italia per mercoledì 20 settembre e giovedì 21 settembre.

Mercoledì 20 settembre

Volo 6348 – Barcelona El Prat-Venezia Treviso
Volo 4863 – Bologna-Bruxelles Charleroi
Volo 4341 – Bologna- Palermo
Volo 8496 – Brindisi-Milano
Volo 4862 – Bruxelles-Bologna
Volo 124 – London Stansted- Ancona
Volo 5836 – Luxembourg- Milano Bergamo
Volo 5835 – Milano Bergamo-Lussemburgo
Volo 8495 – Milano Bergamo-Brindisi
Volo 9061 – Milan Bergamo-Trapani
Volo 4342 – Palermo-Bologna
Volo 9062 – Trapani-Milano Bergamo
Volo 6349 – Venice Treviso-Barcelona El Prat

Giovedì 21 settembre

FR792 – Stansted – Venice Treviso
FR793 – Venice Treviso – Stansted
FR7188 -Rome Ciampino – Bordeaux
FR7189 – Bordeaux – Rome Ciampino
FR6341 – Barcelona – Rome Fiumicino
FR6342 – Rome Fiumicino – Barcelona
FR9635 – Rome Ciampino –  Paris Beauvais
FR9636 – Paris Beauvais – Rome Ciampino

Chi subisce la cancellazione del proprio volo ha diritto alla riprotezione, al rimborso e alla compensazione.

Riprotezione. Il passeggero di un volo cancellato ha diritto all’imbarco su di un volo alternativo per la destinazione finale non appena possibile o ad una data successiva a lui più conveniente, a seconda della disponibilità di posti.

Rimborso. Oppure ha diritto di scegliere il rimborso integrale del biglietto entro sette giorni, senza penali, per la parte del viaggio non effettuata (oppure anche per le parti di viaggio già effettuate, se divenute inutili rispetto al programma di viaggio iniziale e del volo di ritorno verso il punto di partenza iniziale).

Compensazione. Indipendentemente dal rimborso, il passeggero ha diritto ad una compensazione pecuniaria pari a 250 euro per le tratte fino a 1.500 Km, 400 euro per i voli tra i 1.500 ed i 3.500 Km (o oltre 3.500 Km per le tratte intracomunitarie) e 600 euro per le tratte superiori ai 3.500 Km al di fuori dell’UE. La cifra è dimezzata se al passeggero è offerto un volo alternativo il cui orario di arrivo non superi rispetto al volo originario, rispettivamente, le 2, 3 o 4 ore. La compensazione pecuniaria deve essere pagata in contanti, salvo che il passeggero non preferisca buoni di viaggio e/o altri servizi.

Il diritto alla compensazione non si applica se il consumatore è informato della cancellazione con almeno 2 settimane di preavviso, o 7 giorni prima purché venga offerto un volo alternativo non più di 2 ore prima dell’orario di partenza originario e che si possa raggiungere la destinazione finale meno di 4 ore dopo l’orario di arrivo originariamente previsto, oppure meno di sette giorni prima, qualora venga offerto un volo alternativo non più di un’ora prima dell’orario di partenza iniziale che consenta di raggiungere la destinazione finale meno di due ore dopo l’orario d’arrivo originariamente previsto.

La compensazione pecuniaria non è dovuta solo se il vettore può provare che la cancellazione del volo è stata causata da circostanze eccezionali, che non si sarebbero potute evitare anche in presenza di tutte le precauzioni del caso: ad esempio incidenti, condizioni meteorologiche incompatibili con l’effettuazione del volo, scioperi. Nel caso dei voli cancellati da Ryanair non ricorrono le circostanze eccezionali, quindi, si ha diritto alla compensazione pecuniaria.

VIDEO: voli cancellati da Ryanair