ViaggiNews

Viaggio in Francia: 5 mete poco conosciute da non perdere

mercoledì, 6 settembre 2017

Fiume Saone Lione

Viaggio in Francia: Fiume Saone, Lione

Quando si parla di Francia, la prima cosa a cui tutti pensano è Parigi. Un viaggio nell’affascinante Ville Lumière, lo sognano tutti almeno una volta nella vita. Altre località dalla Francia molto amate e visitate sono l’elegante Costa Azzurra, insieme alla pittoresca Provenza e selvaggia Camargue, la celebre zona dei Castelli della Loira, le coste selvagge della Normandia e la fiabesca Alsazia, con le sue colline di vigneti e le città medievali caratteristiche come Strasburgo, Colmar e tante altre.

La Francia offre paesaggi vari e spettacolari, città ricchissime di storia e cultura, borghi pittoreschi e un territorio ricco di meraviglie. Il Paese offre alcune mete molto belle, alcune delle quali poco conosciute e trascurate dai principali itinerari. Vediamo insieme quelle da scoprire nel vostro viaggio in Francia. Mete da segnare subito in agenda.

Viaggio in Francia: 5 mete poco conosciute da non perdere

Ecco le mete poco conosciute o poco frequentate da visitare nel vostro viaggio in Francia, alla scoperta di un Paese ricco di meraviglie, paesaggistiche, architettoniche e artistiche.

Lione

Festival delle Luci Lione

Festival delle Luci, Collina di Fourviere, Lione

Lione è sicuramente una meta conosciuta, tuttavia non abbastanza valorizzata dagli itinerari turistici. Eppure si tratta di una città bellissima e storicamente importante, con un centro storico di edifici imponenti che si affaccia su due fiumi, il Rodano e il Saona. Tra i vari monumenti è da visitare la cattedrale di Saint Jean e i numerosi musei. La città è famosa per la gastronomia e per il suggestivo Festival delle Luci , uno dei più belli d’Europa, che si tiene l’8 dicembre per la festa dell’Imamcolata.

Somme

Château de Long, nella Somme (Berthgmn + Markus3, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

La Somme è un dipartimento del nord-est della Francia, nella regione degli Hauts-de-France, che comprende la Piccardia e la precedente regione del Passo di Calais. La Somme si affaccia sul Canale della Manica e prende il nome dal fiume omonimo che scorre sul suo territorio; il suo capoluogo è la città di Amiens, a nord di Parigi. La Somme offre paesaggi straordinari, molto verdeggianti, cittadine caratteristiche, ricche di storia e monumenti. Un territorio tutto da scoprire, anche tramite i Patrimoni Unesco della Cattedrale di Notre Dame di Amiens, una delle più grandi chiese gotiche, e le suggestive torri campanarie. Da non perdere le pittoresche cittadine costiere come Cayeux-sur-Mer e Saint-Valery-sur-Somme.

Dordogna

Villaggio e castello di Beynac, Dordogna (iStock)

Dalla parte opposta del Paese, nel sud-ovest della Francia è da vedere assolutamente la bellissima Dordogna, dipartimento dell’Aquitania. Un territorio popolato di castelli imponenti e incantevoli borghi medievali. La zona ospita la regione storica del Périgord famosa per il tartufo, oltre che per i bellissimi paesaggi. Qui dovete assolutamente visitare il suggestivo castello medievale di Beynac, il borgo di Sarlat-la-Canéda, che sembra sospeso nel tempo, la vecchia città di Bergerac, i giardini Marqueyssac a Vézac e soprattutto le Grotte di Lascaux, importanti per le loro pitture risalenti al Paleolitico.

Albi

Albi, Francia (Marion Schneider & Christoph Aistleitner, Wikipedia)

Un’altra località da visitare in Francia è la città storica di Albi. Situata nella regione del Midi-Pirenei, non lontano da Tolosa, fu fondata dall’Impero Romano. Il suo centro storico medievale è Patrimonio Unesco dal 2010, sorge sulla riva sinistra del fiume Tarn ed è dominato dalla Cattedrale di Santa Cecilia, in stile gotico, una delle più grandi costruzioni in mattoni al mondo. Da vedere anche il Palazzo della Berbie e la collegiale Saint-Salvi, in stile romanico. Il Ponte Vecchio, Pont Vieux, che dà accesso al centro storico risale a quasi mille anni fa ed è ancora utilizzato. Albi è la città natale del famoso pittore Henri de Toulouse-Lautrec e ospita un museo a lui dedicato, all’interno del Palazzo della Berbie.

Sixt-Fer-à-Cheval

Abbazia di Sixt-Fer-à-Cheval, Alta Savoia (B. Brassoud, CC BY-SA 4.0, Wikipedia)

Il comune di Sixt-Fer-à-Cheval è un grazioso borgo di montagna, tra i più belli di Francia, il cui nome curioso richiama la forma a ferro di cavallo del suo territorio. Si trova nel dipartimento dell’Alta Savoia, nella regione del Alvernia-Rodano-Alpi, nella zona delle Prealpi del Giffre. Il comune di Sixt-Fer-à-Cheval è attraversato dal fiume Giffre, confina con la Svizzera, è situato a nord del Monte Bianco, non lontano da Chamonix, e a sud del Lago di Ginevra. Una zona di grande bellezza paesaggistica e ricca di tradizioni montane antiche, storia, arte e cultura. Da vedere l’Abbazia di Sixt, fondata dagli agostiniani nel XII secolo, la chiesa di Santa Maddalena del XIII secolo e in particolare il territorio circostante con le numerose cascate: la Cascade du Rouget e la Cascade de la Pleureuse.

VIDEO: Sixt-Fer-à-Cheval

Tags:

Altri Articoli Interessanti: