ViaggiNews

Vacanze in Sardegna: cosa fare e vedere in 10 giorni al Nord

giovedì, 29 giugno 2017

Capo Testa, Santa Teresa di Gallura (iStock)

Una vacanza in Sardegna è il sogno di tutti. La bellissima isola è un paradiso a due passi da noi. Oggi ancora più facile da raggiungere grazie ai voli low cost e alle sempre più numerose promozioni. Non bisogna perdere l’occasione di visitarla. L’estate è ovviamente la stagione di punta, quella che vede moltissime persone riversarsi sulle spiagge e le calette sarde. Alcune affollatissime, altre più appartate e solitarie. La Sardegna ha davvero tantissimo da offrire, per qualunque tipo di visita. Accanto al mare e all’attività balneare c’è tutto un territorio da scoprire, fatto di posti selvaggi, antichissimi siti archeologici, paesi dove il tempo si è fermato. Una regione ricchissima di storia, arte e cultura. Dove la natura è protagonista.

Vi abbiamo proposto un itinerario per un weekend o di 2/3 giorni per visitare l’isola. Qui invece vogliamo segnalarvi tutto quello che potete fare e vedere in una vacanza decisamente più lunga, di 10 giorni.

Vi ricordiamo altri suggerimenti per le vacanze in Sardegna:

Vacanze in Sardegna: cosa fare e vedere in 10 giorni al nord

Alcuni suggerimenti su dove andare, cosa fare e cosa vedere nel nord della Sardegna durante una vacanza di 10 giorni.

Potete visitare il Nord della Sardegna arrivando all’aeroporto di Olbia o a quello di Alghero. A meno che non preferiate il classico viaggio in traghetto. In questo caso la via più breve è la partenza da Civitavecchia per Olbia. Consigliamo di portare la macchina con voi, per poter girare liberamente sull’isola. O al limite di noleggiarla, se viaggiate in aereo o non volete portarla in traghetto.

Imperdibile è la tappa del Nord-Est della Sardegna, un giro per l’affascinante Costa Smeralda, il litorale di San Teodoro e quello di Santa Teresa di Gallura. Qui trovate spiagge e calette da favola, dove fermarvi a fare il bagno e prendere il sole: la spiaggia del Principe, Cala Volpe e Capriccioli, spiaggia di Liscia Ruja, la costa di Porto Rotondo, la spiaggia di Marinella e il litorale di Golfo Aranci fino a Olbia. Da non perdere le favolose spiagge di Capo di Coda Cavallo, soprattutto Cala Brandinchi, scendendo il litorale fino alla spiaggia La Cinta di San Teodoro. Luoghi da favola dove fare tappa per un viaggio on the road sula costa. Consigliata l’escursione anche alla suggestiva isola di Tavolara. Nell’immediato entroterra di Olbia fermatevi alle Nuraghe Riu Mulinu.

Cala Brandinchi, San Teodoro (iStock)

Scendendo ancora verso est, trovate un litorale più selvaggio, fatto di lunghe spiagge con stagni e lagune retrodunali, come a Budoni e soprattutto a Posada.

Risalendo sulla costa settentrionale, invece, potete imbarcarvi con i traghetto da Palau per visitare lo straordinario arcipelago de La Maddalena. Consigliato fermarsi qui qualche giorno, per vedere bene La Maddalena e la vicina Caprera, con escursione in barca tra le isole dell’arcipelago, su tutte la favolosa Budelli, della quale potrete vedere da lontano la famosa Spiaggia Rosa.

Sempre sulla costa settentrionale, visitate la Cala di Trana- Palau e l’Isuledda, con la spiaggia dell’isola dei Gabbiani. Quinti verso Santa Teresa di Gallura, la baia di Porto Liscia. Proseguite per Punta Falcone, dove fermarsi alla spiaggia La Marmorata e a Cala Punta Falcone. Tappa obbligata la spiaggia di Rena Bianca a ridosso del centro abitato di Santa Teresa, quindi il suggestivo promontorio di Capo Testa, con il faro, la spiaggia rocciosa di Cala Spinosa e quelle sabbiose di Zia Culumba e Rena di Ponente.

Continuando sulla costa verso ovest, ininterrotta è la sequenza di calette e spiagge bellissime. Segnaliamo Costa Paradiso e la vicina spiaggia Li Cossi, mentre a Isola Rossa dovete fermarvi ad ammirare tramonti mozzafiato sul mare. Scendendo lungo la costa trovate il bel borgo marinaro di Castelsardo, nell’entroterra del quale dovete vedere la spettacolare Roccia dell’Elefante.

Quindi proseguite sulla costa settentrionale fino alla punta nord-occidentale della Sardegna, con Stintino e la meravigliosa spiaggia La Pelosa, una meraviglia da lasciare senza fiato. La spiaggia si affaccia davanti all’isola della Pelosa, dove svetta l’omonima torre e raggiungibile a piedi grazie al fondale basso, e alle isole Piana e Asinara. Queste ultime da visitare con escursione in barca.

Proseguite poi verso la costa occidentale, scendendo verso Alghero e il fantastico litorale del Parco regionale di Porto Conte, con lo spettacolare promontorio di rocce a picco sul mare di Capo Caccia. Prima però fermatevi sulla spiaggia del Porticciolo. Sul litorale della Riviera del Corallo trovate tante spiagge e calette favolose, fino ad arrivare ad Alghero, città di influenza catalana con spettacolari bastioni sul mare. Da visitare il centro storico e i vicini insediamenti nuragici di Palmavera e Santa Imbenia.

Nell’entroterra del nord della Sardegna sono da vedere Arzachena e le vicine Nuraghe la Prisgionia, i borghi della Gallura e la bella città di Sassari. Da visitare anche la Chiesa della Madonna Di Castro sul Lago di Coghinas. Imperdibile, sulle colline che danno sulla costa nord-orientale il borgo di Posada.

VIDEO: Vacanze in Sardegna, Santa Teresa Gallura e le spiagge

Tags:

Altri Articoli Interessanti: