ViaggiNews

La spiaggia più bella d’Italia del 2017

martedì, 20 giugno 2017

spiaggia più bella d'italia

Chia, Domus De Maria, Cagliari (brunobarbato, CC BY 3.0, Wikicommons)

Per chi deve ancora scegliere la meta delle vacanze, segnaliamo che è stata appena proclamata la spiaggia più bella d’Italia del 2017. Lo ha fatto la Guida Blu 2017 sul mare più bello d’Italia, redatta da Legambiente e Touring club italiano. La guida ha valutato ben 100 comprensori turistici italiani, di cui 21 sono quelli premiati con il massimo riconoscimento delle 5 vele, 15 marini e 6 lacustri. Tra le località di mare la parte del leone la fa la Sardegna, con 5 località di mare al top. Tra queste c’è la spiaggia più bella d’Italia del 2017.

Confermandosi ancora una volta in cima alla Guida Blu del mare più bello d’Italia, la spiaggia più bella d’Italia 2017 è Chia, località costiera del comune di Domus De Maria, nel Sud della Sardegna, in provincia di Cagliari. Si tratta di un litorale di elevato pregio naturalistico e grande bellezza, premiato per la qualità delle acque e della spiaggia, per i servizi, la sostenibilità e la tutela ambientale. Scopriamo insieme qualcosa di più su questa bellissima parte della Sardegna.

Chia, Domus de Maria (Abxbay, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

La spiaggia più bella d’Italia del 2017 è Chia

Chia è una frazione del comune di Domus de Maria e una località della costa meridionale sarda. Si affaccia sulla parte occidentale del Golfo degli Angeli (il Golfo di Cagliari), vicino all’estrema punta meridionale dell’isola. Sul litorale di Chia si aprono diverse baie, una più bella dell’altra con lunghe spiagge di sabbia soffice, bianca e dorata, bagnate da un mare cristallino e turchese, dal fondale basso. Tutto intorno si estende la vegetazione mediterranea di cespugli, arbusti, pini, ginestre e ginepri, che ricopre i vicini rilievi montuosi e i promontori. Una autentica meraviglia per gli occhi. Luoghi assolutamente imperdibili. Il territorio di Chia è in parte compreso nel Parco Naturale Regionale di Gutturu Mannu.

Alle spiagge si accede percorrendo sentieri sterrati o lastricati in pietra e con corrimano in legno, affacciati sul blu del mare, nascosti dal verde della vegetazione. Le spiagge di Chia, comunque, sono facilmente accessibili, vicine alle strade principali, dotate di ampi parcheggi, servite da campeggi e punti ristoro. I servizi sono organizzati in modo discreto e non intaccano la bellezza selvaggia e incontaminata del litorale. Ci sono anche stabilimenti balneari, insieme ad ampi tratti di spiaggia libera. Un sapiente connubio di strutture per il turismo e salvaguardia ambientale e paesaggistica. Nella zona si trova anche una necropoli fenicio-punica.

Domus De Maria, Torre di Chia (Cristiano Cani, CC BY 2.0, Wikicommons)

Le spiagge di Chia:

  • Cala de se musica. Piccola caletta rocciosa raggiungibile solo via mare, con pareti scoscese, ricoperte di macchia mediterranea.
  • Isolotto Su Cardulinu. Collegato alla terraferma da un istmo sabbioso che forma una piccola spiaggia. L’isolotto, la spiaggia, insieme alla costa rocciosa e allo scoglio sul lato nord formano una piccola cala protetta. L’isolotto Su Cardulinu è roccioso ma livellato, ricoperto di vegetazione mediterranea e raggiungibile a piedi. Qui si trovano anche gli scavi dell‘antico insediamento fenicio di Bithia.

Isolotto su Cardolinu, Bithia, Chia (Cristiano Cani, CC BY 2.0, Wikicommons)

  • Su Portu (il Porticciolo). E’ la spiaggia a forma di mezzaluna dominata dal promontorio di Chia, dove svetta l’omonima torre cinquecentesca, ben conservata. Sul promontorio dove sorge la Torre di Chia si trovava l’acropoli di Bithia. Lo scenario qui è mozzafiato: una distesa di sabbia bianca, bagnata dal mare trasparente e turchese, circondata dal verde della vegetazione mediterranea e dominata dall’antica torre.
  • Sa Colonia. Oltre il promontorio di Chia, più a ovest, troviamo la spiaggia di Sa Colonia, la più lunga. Misura un chilometro di lunghezza ed è chiusa a sud da Monte Cogoni. Insieme a Su Portu è la spiaggia della cittadina di Chia. Alle spalle della spiaggia sorge uno stagno. Nella parte meridionale è chiamata anche spiaggia di Monte Cogoni, in realtà un promontorio di 60 metri.
  • Cala del Morto. Il Monte Cogoni scende in mare formando due scogliere in mezzo alle quali si trova la piccola caletta sabbiosa della Spiaggia del Morto. Un fazzoletto di sabbia bagnato dal mare cristallino e turchese.
  • Porto Campana. Oltre la scogliera, a ovest, si trova la prima spiaggia della località Spartivento, Porto Campana, lunga distesa di sabbia dorata con dune e arbusti mediterranei.
  • Su Giudeu. Una scogliera rocciosa separa poi la spiaggia di Porto Campana da quella di Su Giudeu. Chiamata anche spiaggia de s’Abba Durci (spiaggia dell’acqua dolce), è una lunga distesa sabbiosa, anche qui con dune, vegetazione mediterranea e alle spalle uno stagno. Davanti alla spiaggia sorge l’isolotto roccioso di Su Giudeu, facilmente raggiungibile a piedi grazie al fondale basso.
  • Cala Cipolla. Infine, ancora più a sud-ovest, troviamo la piccola spiaggia di Cala Cipolla, oltre il promontorio roccioso che la separa da Su Giudeu. La spiaggia è raggiungibile solo a piedi, percorrendo il sentiero sterrato che scende dal promontorio. Tuttavia non è lontana dal grande parcheggio dietro al litorale che serve anche Sa Giudeu. Cala Cipolla è rivolta verso ovest ed è riparata, chiusa a nord-est dal promontorio e a ovest da Capo Sapartivento sul quale svetta l’omonimo faro, raggiungibile proprio da un sentiero che parte dalla Cala.

Chia dista da Cagliari circa 52 km, si raggiunge la località percorrendo la Strada Statale 195 in direzione ovest, e svoltando per la Strada Provinciale 71, seguendo le indicazioni.

VIDEO: la spiaggia più bella d’Italia, Chia a Domus de Maria

Tags:

Altri Articoli Interessanti: