ViaggiNews

Previsioni meteo: Italia a rischio siccità, fiumi e laghi si stanno prosciugando

giovedì, 16 marzo 2017

siccità

istock

Le previsioni meteo continuano ed essere positive: sole, caldo, temperature sopra la media e quindi, automaticamente, assenza di piogge sulle nostre regioni. Al Nord, dove l’inverno è stato già secco e mite, questa ulteriore situazione non piovosa sta diventando un problema per le risorse idriche e per l’agricoltura. Il termine “siccità” sta iniziando a circolare e, con esso, la paura per le coltivazioni e per l’estate in arrivo e lo spaventoso livello in diminuzione di laghi e fiumi.

La primavera dovrebbe essere un periodo dell’anno altalenante a livello meteo con piogge e sole che si alternano, proprio come le temperature che non dovrebbero essere così calde. Invece, come riporta 3bmeteo, c’è una prevalenza dell’Anticiclone delle Azzorre sull’Europa Occidentale e quindi le perturbazioni non riescono ad “infiltrarsi” lasciando spazio a questa tipologia di condizione meteo che stiamo vivendo.

Oltre alla siccità, ai laghi e ai fiumi che vedono il loro livello abbassarsi drasticamente,  c’è anche il problema degli incendi boschivi. Qualche tragico episodio lo abbiamo già vissuto in Liguria alcuni mesi fa, ma è proprio la primavera il momento in cui è più facile che si sviluppino incendi su Alpi, e Appennino.

Tendenza meteo fine marzo: piogge in arrivo

Pare che però, forse, possiamo tirare un sospiro di sollievo per la fine di marzo quando potrebbero apparire sulla nostra Penisola alcune perturbazioni. Per ora, come sottolinea 3bmeteo, si tratta solo di una supposizione, una tendenza meteo, ma vede l’alta pressione diminuire la sua forza intorno al 21 marzo e, in concomitanza a questo arriverà anche una perturbazione che potrebbe portare con sé piogge, temporali e anche un abbassamento delle temperature, fondamentali soprattutto per le regioni del Nord Italia.

Se i modelli nei prossimi giorni confermassero questa previsione, probabilmente potremmo quindi assistere ad un peggioramento, seppur purtroppo rapidissimo al nord e poi anche al centro, nelle regioni del sud e sulle isole. Sarebbe però una “magra consolazione” perchè questo momento di piogge durerà pochissimo visto che nei primi giorni di aprile tornerà una periodo lungo di stabilità atmosferica con tempo quasi sempre soleggiato e, forse, un ritorno nella media delle temperature grazie a venti freschi provenienti dai Balcani.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: