Meteo, crisi dell’estate: crollo delle temperature

Getty Images
Getty Images

Le previsioni meteo avevano preavvertito: con Flash Storm le temperature crolleranno. E dopo giorni di caldo intenso e torrido, con massime che hanno toccato i 40 gradi, e città con il bollino rosso, un po’ di fresco non guasta. Certo, in alcuni casi il calo è molto rivelante: perfino fino a 14 gradi di meno. Temperature ben poco in linea con il periodo e che fanno sospettare di questa estate 2016.

Flash Storm, è una perturbazione dell’alto Atlantico che porterà e ha già portato temporali, grandinate e anche trombe d’aria. A farne le spese le regioni settentrionali e fra oggi e domani anche quelle Centrali, in particolare le adriatiche (Marche e Abruzzo).

Il calo delle temperature città per città

Il calo delle temperature è generalizzato a tutta Italia che non più nella morsa dell’Alta Pressione sarà investita dalle correnti fresche del Flash Storm. Fino a venerdì le temperature saranno ben al di sotto della media. Bologna passerà dai 35 gradi ai 27, Firenze da 36 a 28 gradi, Verona da 36 a 26 gradi.  Al Centro Roma passerà dai 37 degli scorsi giorni a 28 gradi, Perugia passerà dai 34 di domenica ai 18 di venerdì. Il Nord ovest ha subito meno l’ondata di caldo dei giorni scorsi, quindi l’escursione termica è più limitata: Milano e Torino da 31 a 25 gradi, Genova da 28 a 25 gradi.

Importante invece il calo termico che si registrerà a Sud, specie sui settori adriatici, che più hanno patito il caldo degli scorsi giorni: a Foggia si passerà  addirittura da 40 a 26 gradi, Bari da 35 a 26, a Napoli da 32 a 24,  a Palermo calo più contenuto: da 33 a 29.

Nel weekend il sole tornerà a farla da padrone e le temperature torneranno ad alzarsi di 2-4 gradi nei valori massimi, mentre nei minimi si manterranno temperature più fresche.

 

Previous articleVacanze in auto: attenzione alle multe con il telelaser!
Next articleVacanze a Rodi: offerte low cost da non perdere
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.