Meteo, weekend da bollino rosso: ecco le città più calde

caldo afa sole

Arriva il gran caldo estivo. Il rinforzo dell’Alta Pressione sull’Europa Meridionale con l’anticiclone africano Nerone ci farà vivere un weekend torrido su tutta la Penisola. La colonnina di mercurio schizzerà verso l’alto in tutta Italia: ovunque massime sopra i 30 gradi. Le regioni più calde saranno il Lazio, la Toscana, l’Emilia Romagna e la Sardegna. Città caldissime Firenze e Roma dove si raggiungeranno i 37°. Il Ministero della Salute ha diffuso il bollettino delle ondate di calore evidenziando quelle che saranno le città più calde e con maggiore afa e di conseguenza quindi dove c’è più rischio per la salute.

I bollettini del Ministero indicano quelle che sono le condizioni di emergenza: si va dal verde (nessun rischio per la salute), al giallo (condizioni di pre-allerta che precedono l’ondata di calore), all’arancione (temperature molto elevate, rischi per la popolazione più suscettibile), al rosso (ondata di calore, rischi per la salute anche in persone sane).

Allerta del Ministero della Salute: le città più calde

Queste weekend avremo sabato sette città con il bollino arancione (Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Firenze, Roma e Torino) ed una con il bollino rosso (Perugia). Nel capoluogo umbro le temperature saranno di 34 gradi, a Roma e Firenze di 37 e a Bolzano di 33.  A preoccupare sono soprattutto i tassi di umidità che essendo molto elevati faranno percepire fino a 40° gradi e rendono l’aria irrespirabile.  Domenica le città con il bollino rosso saranno due: Bologna e Perugia. E fra quelle da bollino arancione si aggiunge Pescara.

Insomma, sarà un weekend torrido in cui Nerone farà sentire tutti i suoi effetti. Dal 12-13 però arriveranno i temporali che faranno scendere le temperature e porteranno un po’ di fresco. Quanto mai desiderabile dopo questo fine settimana di fuoco.

 

 

 

Previous article5 motivi per scegliere Sappada e Dolomiti Bellunesi per le proprie vacanze in montagna
Next articleI treni sono sempre in ritardo? Ecco tutta la verità
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.