Meteo, Ugolino infiamma l’Italia: fino a 39 gradi!

roma-caldo

Chi desiderava il caldo è accontentato. Perfino troppo. Già perché l’anticiclone Ugolino, alimentato da correnti calde sub-africane, che si è impossessato dell’Italia sta facendo innalzare giorno dopo giorno le temperature portandoci verso un vero e proprio clima estivo.

L’apice di Ugolino sarà raggiunto proprio nel weekend che sta per entrare assicurandoci così una piacevole gita al mare. Al Nord le massime previste dal portale ilmeteo.it si aggireranno intorno ai 30 gradi sulle vallate alpine e intorno ai 27-29 sulla Pianura Padana. Al Centro caldo intenso sulle grandi città: 30 gradi a Firenze e 29 a Roma. Meglio sulla costa dove i venti mitigheranno le temperature portando il termometro sui 25 gradi, mentre nelle zone interne del Centro la colonnina di mercurio arriverà fino a 30 gradi. Al Sud avremo i valori più alti: Bari 32 gradi e Napoli 30. Ma sarà la Sicilia la regione più calda d’Italia con temperature che toccheranno i 35-36 gradi e nelle zone interne si potrebbero addirittura sfiorare i 39 gradi.

Il cielo venerdì 27 e sabato 28 sarà soleggiato pressoché su tutta Italia, eccezion fatta per la zona del Bellunese dove è prevista qualche sporadica pioggia. Un netto cambiamento al Settentrione ci sarà da domenica quando una perturbazione, denominata le Valchirie, porterà temporali intensi, con grandinate e perfino delle trombe d’aria su tutte le regioni del Nord con maltempo in spostamento da Ovest verso Est. Da lunedì ancora qualche pioggia isolata al Nord, mentre sul resto d’Italia il tempo sarà asciutto, ma le temperature saranno ovunque in diminuzione attestandosi su valori più in linea con il periodo.

Previous articleGrande Fratello: Chicca e Giovanni in viaggio di nozze
Next articleBrutte notizie per chi va al mare in Italia
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.