Home News Le multe vanno in prescrizione: ecco dopo quando

Le multe vanno in prescrizione: ecco dopo quando

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:26
CONDIVIDI
Istock
Istock

Angosciati dalle tante multe che avete preso? Tirate un sospiro di sollievo ed incrociate le dita perché anche le vostre multe potrebbero finire in prescrizione, ovvero non dover essere più pagate. Ma quanto tempo deve passare affinché una multa non deve essere più pagata? Cinque anni. Vi sembrano tanti? A volte la burocrazia italiana è un bradipo, quindi ci sono buone possibilità che ciò accada!

Equitalia deve riscuotere la cartella esattoriale con la quale ha intimato il pagamento di una vecchia multa non pagata entro cinque anni dall’emissione altrimenti avrà perso le somme che non le sono state corrisposte. A ribadirlo è la sentenza numero 127/2016 nella quale è stato affermato che per le sanzioni, in quanto risultato di infrazioni del codice della strada ,si deve applicare l’articolo 209 del Codice della Strada e non le norme dettate per la riscossione delle imposte sui redditi.

Insomma, una buona notizia per tutti gli automobilisti che si vedono sempre più gravati da numerosi balzelli che rendono il possedere l’auto quasi un lusso. Tra l’altro proprio in questi giorni Telepass ha cambiato alcune disposizioni che tutti i possessori di Telepass farebbero bene a leggere: qui trovate tutte le info.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteSciopero aerei del 9 aprile, le fasce garantite
Articolo successivoEstate 2016 isole della Grecia: tour in barca a vela
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.