I borghi delle streghe da vedere per il ponte di Halloween

Luoghi da visitare tra brivido e mistero: ecco i borghi delle streghe da vedere per il ponte di Halloween. Tutte le informazioni utili.

In vista del lungo ponte di Halloween e della Festa di Tutti i Santi, una proposta di viaggio divertente e spaventosa è andare alla scoperta dei borghi più misteriosi e affascinanti che ci raccontano una storia di streghe.

borghi streghe ponte halloween
I borghi delle streghe da vedere per il ponte di Halloween (Cisterna Centrale di Triora. Foto di Roberto Contini. Adobe Stock)

Il nostro ricchissimo patrimonio di borghi storici, oltre a luoghi pittoreschi, ricchi di arte, tradizioni antiche e paesaggi bucolici, ci offre anche posti pieni di mistero e storie terrificanti. Borghi di cacce e processi alle streghe, borghi abbandonati che custodiscono segreti indicibili.

Mete perfette per il ponte di Halloween. Ecco dove andare in Italia, i luoghi imperdibili.

I borghi delle streghe da vedere per il ponte di Halloween

Vi segnaliamo i borghi più misteriosi, spaventosi e ricchi di fascino da visitare nei giorni del ponte di Halloween e di Ognissanti in Italia. Borghi di storie di streghe e fantasmi.

Triora (Liguria). È il borgo delle streghe per eccellenza. Triora è un centro abitato arrampicato sui monti delle Alpi Marittime, in Liguria, in provincia di Imperia, nell’entroterra di Sanremo e al confine con la Francia, lungo la Valle Argentina. Il borgo ha conservato l’antico fascino medievale, tra vicoli stretti, salite, scalette e case in pietra. Molti monumenti si sono conservati. La fama di borgo delle streghe viene dai processi di stregoneria che qui si svolsero alla fine del XVI secolo. Alcune donne furono accusate della carestia che colpì il territorio, provocata non dalle condizioni ambientali ma dai loro presunti riti magici.

Rifreddo (Piemonte). Anche in questo borgo si celebrò un processo per stregoneria, nel 1495, di cui eccezionalmente sono ancora conservati i verbali nella sede del Comune. Rifreddo sorge in provincia di Cuneo, nella bassa Valle Po, ai piedi del Monviso e del Monte Bracco. Da visitare il monastero femminile di santa Maria della Stella, risalente al XIII secolo, dove è presente una postazione multimediale con immagini sul paesaggio storico del Mombracco, di documenti storici e anche un video sui processi alle streghe. Ogni anno a fine ottobre si tengono le Notti delle Streghe e di Terrore nel Borgo, un percorso teatrale tra le buie stradine di Rifreddo.

Polverigi (Marche). Si tratta di un pittoresco borgo che sorge sulle colline dell’entroterra di Ancona, con casette in pietra. Polverigi è conosciuto per la Notte delle Streghe, un evento che rievoca antiche tradizioni popolari, con spettacoli, stand gastronomici e laboratori per bambini, che si tiene ogni anno a settembre. Prima di Halloween, ma il borgo merita di essere visitato anche in questo periodo. Da vedere Villa Nappi e il suo parco.

Cimego, Borgo Chiese (Trentino). Frazione di Borgo Chiese, Cimego è un caratteristico borgo medievale di montagna che sorge a ovest dell’estremità settentrionale del Lago di Garda ed è conosciuto per le antiche tradizioni contadine ma anche per aver dato rifugio a eretici e streghe. Si organizzano feste dedicate alle streghe, perfino a Natale. Da vedere il Museo Casa Marascalchi, sulle antiche tradizioni popolari, e il Sentiero etnografico Rio Caino, dove si trovano antichi insediamenti artigianali, trincee della Grande Guerra e anche l’orto della strega Brigida.

borghi streghe ponte halloween
Borgo di Calcata (Adobe Stock)

Calcata (Lazio). Infine, un centro abitato carico di mistero. Il borgo di Calcata, di origine medievale, sorge in provincia di Viterbo, su una rupe di tufo nel Parco della valle del fiume Treja. È ancora popolato di case, chiese ed edifici storici, alcuni diroccati che hanno assunto un’atmosfera spettrale, conferendo a Calcata l’aspetto di borgo fantasma. Negli anni, infatti, è stato progressivamente abbandonato, poi ripopolato da artisti e hippie. A Calcata si accede solo a piedi. Quando soffia il vento, tra le sue vie si sentono suoni, simili a canti. Secondo la leggenda sarebbero i canti delle streghe che fanno incantesimi. Da questa leggenda viene la fama di Calcata come borgo delle streghe.